Pioggia di bonifici INPS da metà maggio: le prestazioni pagate

Ma in che senso da metà maggio si avranno tanti bonifici INPS? Quali sono le prestazioni pagate e cosa fare per attingere a queste somme. 

Sportello bancomat
Bonifici INPS a maggio (Codiciateco.it)

In questi giorni si vocifera molto sul web che l’Inps è pronto ad effettuare tantissimi pagamenti già a metà maggio. Sembra strano ma in realtà è proprio così. Nello specifico infatti l’ente erogatore andrà ad effettuare bonifici per l’assegno unico, il bonus nido per chi ha figli a carico, nonché il trattamento integrativo per le persone che hanno reddito basso. Seguono altresì l’assegno di inclusione e supporto e formazione del lavoro per una parte di quelle persone che percepivano il vecchio reddito di cittadinanza.

Cominciando dall’assegno unico di maggio, tale agevolazione è riconosciuta alle famiglie che hanno, al di là del reddito, dei figli piccoli a carico. I nuclei interessati al sussidio, potranno quindi tirare un sospiro di sollievo sapendo che tra qualche giorno arriveranno i primi accrediti. Precisamente si parla di mercoledì 15, giovedì 16 e venerdì 17 maggio. Date che non sono assolutamente nuove, almeno per chi si informa costantemente e sa come l’INPS già ad inizio anno con messaggio numero 15 abbia indicato pedissequamente mese per mese le date in cui sarebbero arrivati gli accrediti. Chiaramente le misure non finiscono affatto qui.

Bonifici INPS, cosa aspettarsi a maggio

soldi famiglie
Bonifici maggio INPS (Codiciateco.it)

Come già accennato sopra, oltre l’assegno unico anche per il bonus nido nei prossimi giorni avrà luogo l’accredito. Questo sussidio è riconosciuto dall’INPS alle famiglie che hanno i figli fino a tre anni di età. Trattasi nello specifico di un rimborso che l’Inps riconosce alle famiglie che hanno versato le rette per la frequenza dell’asilo nido pubblico privato, nonché le spese sanitarie sostenute per garantire l’assistenza domiciliare al figlio malato cronico grave. Gli accrediti sono partiti già alla fine del mese di aprile e andranno avanti per tutto l’anno, sempre che le risorse non finiscano prima, un fenomeno che purtroppo ha avuto luogo già anche nel 2022.

Per quanto concerne la data di accredito, tutti i beneficiari devono ricordare quella di mercoledì 15 maggio. L’INPS prosegue comunque come sempre ad effettuare il pagamento in ordine cronologico rispetto a quando i beneficiari hanno inviato ed inoltrato la domanda. La settimana di maggio in corso è anche importante per il pagamento di un altro sussidio rilevante e che coinvolge una grossa fetta di popolazione ovvero l’assegno di inclusione.

Assegno di inclusione

L’ADI è riconosciuto alle famiglie con ISEE al di sotto dei 9.360 euro per i nuclei familiari in cui vivono soggetti disabili, minorenni, over 60 o persone in condizioni di svantaggio. La ricezione tramite bonifico avverrà, sempre a condizione che si presenti la domandina all’Inps e questa venga accettata. Il primo accredito è previsto per mercoledì 25 maggio, in questa data riceveranno la carta di inclusione tutte le persone che hanno presentato la domandina Adi entro il mese di aprile, a cui è seguita l’istruttoria con esito positivo ed attivazione del patto digitale sempre sottoscritto allo stesso mese. 

Impostazioni privacy