Cedolino NoiPA: come si legge. Vediamo punto per punto

Quale è il significato delle diciture presenti nel cedolino NoiPA: le informazioni per capire come leggere il documento dello stipendio.

NOIpA come leggere il cedolino
NOIpA come leggere il cedolino: ecco quale è il significato delle diciture – codiciateco.it

Lo stipendio, ovvero la retribuzione del lavoratore subordinato con inquadramento di impiegato, quadro o dirigente, è consultabile per i dipendenti della Pubblica Amministrazione sul cedolino NoiPA. Il cedolino è infatti il documento digitale contenente tutte le informazioni relative alla retribuzione mensile del dipendente. Questo documento contiene molteplici voci, a volte difficili da interpretare. Ecco dunque una guida pratica per comprendere come leggere il cedolino NoiPA.

Quale è il significato delle voci del cedolino NoiPA: ecco come leggere il documento dello stipendio

utente legge il cedolino NoiPA
Quale è l’importanza del cedolino NoiPA: ecco le informazioni che sono riportate sul documento – codiciateco.it

Innanzitutto occorre ricordare come NoiPA sia la piattaforma realizzata dal Dipartimento dell’Amministrazione Generale del personale e dei servizi (DAG) del Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) per la gestione del personale della Pubblica Amministrazione (PA). Il Cedolino è un documento di reddito nel quale mensilmente vengono riportati i dati sulla retribuzione e sulla posizione lavorativa. Proprio tramite il Cedolino NoiPA è visibile lo stipendio.

NoiPA ha diffuso online sul sito web del Ministero dell’Economia e delle Finanze la Guida al cedolino. La guida spiega le varie sezioni che compongono il cedolino. NoiPA ha esplicato le quattro aree del cedolino: l’area di intestazione; l’area informativa superiore; l’area riepilogativa della retribuzione; l’area informativa inferiore.

Il cedolino, articolato in due pagine, è diviso in blocchi. Nel Blocco I sono riportati i dati anagrafici, il numero identificativo del cedolino ovvero l’ID del cedolino e il mese della retribuzione (rata di riferimento). Si trova anche l’indicazione del Ministero dell’Economia e della Finanze, ovvero il Titolare del Trattamento Economico, e l’Amministrazione di appartenenza.

Nel Blocco II si trovano le informazioni sull’inquadramento professionale. Sono riportate le voci del Livello di inquadramento professionale; la Tipologia di liquidazione per TFR e TSR la Tipologia di contratto di lavoro; la Qualifica professionale. Infine è riportata la Cassa previdenziale a cui è iscritto il lavoratore. Sempre nel secondo blocco sono presenti i dettagli sulle detrazioni e sugli estremi di pagamento.

Il Blocco III contiene un riepilogo delle informazioni. Vengono riportate le voci sulle Competenze fisse, quindi sull’ammontare dello stipendio base; sulle Competenze accessorie; sulle Ritenute previdenziali e fiscali; sui Conguagli fiscali e previdenziali; sui Totali lordi e netti e sul Quinto cedibile.

Nel Blocco IV si leggono gli importi progressivi e i codici bidimensionali necessari alla certificazione del cedolino. Nel Blocco V, riportato nella seconda pagina, si leggono le informazioni riepilogative con le Competenze fisse, ovvero il totale dello stipendio e altri eventuali assegni; le Competenze accessorie; le Ritenute e i Conguagli fiscali e previdenziali

 

Impostazioni privacy