Avviso di garanzia: cosa bisogna fare quando se ne riceve uno

Avviso di garanzia: che cos’è e che cosa bisogna fare quando se ne riceve uno, tieni queste informazioni a mente e non avrai problemi.

Avviso di garanzia, cosa bisogna fare se se ne riceve uno
Avviso di garanzia, cos’è- codiciateco.it

L’avviso di garanzia è uno strumento con il quale si tutelano i diritti dell’indagato durante le fasi preliminari di indagini penali. Si tratta di un documento giuridico che gioca un ruolo fondamentale per garantire un equilibrio tra l’esigenza di segretezza delle indagini, e il diritto alla difesa. È un documento attraverso il quale il pubblico ministero comunica ad un soggetto la sua iscrizione nel registro degli indagati.

È una comunicazione formale che informa il soggetto dell’inizio di un procedimento penale nei suoi confronti, informandolo anche della necessità di avvalersi di un difensore di fiducia. La notifica avviene in momenti specifici delle indagini preliminari, seguendo ciò che è stabilito nell’articolo 369 del codice di procedura penale. Viene inoltrato all’indagato per posta attraverso una raccomandata, nel momento in cui il PM intende effettuare un atto garantito.

Avviso di garanzia tutte le informazioni in merito

Cosa bisogna fare quando si riceve un avviso di garanzia
Avviso di garanzia, cosa fare- codiciateco.it

Per atti garantiti, si intende una categoria di procedure investigative per cui è necessario inoltrare una notifica all’indagato o alla sua difesa. Attraverso la comunicazione, vengono rispettati i principi di trasparenza e i diritti di tutela  dell’individuo.

Chi è indagato infatti, ha diritto ad avere una difesa, in seguito all’avviso il soggetto interessato potrà procedere nominando un difensore di fiducia che lo assisterà durante gli atti investigativi cruciali. Le perquisizioni e i sequestri, sono una categoria particolare all’interno degli atti garantiti. Si tratta di una serie di procedimenti a sorpresa, e dunque un avviso di garanzia non può essere preventivamente notificato in questi casi.

Come si compone l’avviso di garanzia e cosa fare quando se ne riceve uno

Sull’avviso di garanzia sarà riportata la data e il luogo del reato imputato, la violazione normativa sospettata, sarà presentato un invito a nominare un difensore di fiducia. Attraverso questo documento, viene stabilita una comunicazione diretta tra le autorità giudiziarie e la persona indagata. Nel momento in cui si riceve un avviso di garanzia, bisogna procedere adottando tutte le misure necessarie per tutelarsi e per costruire la propria difesa.

Prima di tutto bisognerà rivolgersi ad un avvocato, è consigliato un penalista esperto che dovrà elaborare una strategia difensiva efficace, evitando scelte controproducenti. Il difensore si occuperà anche di consigliare al meglio il proprio cliente e di dargli delle dritte da seguire anche riguardo il proprio comportamento. Gli avvisi di garanzia vengono inoltrati per varie tipologie di reati.

L’avviso dunque può essere emesso per qualunque fattispecie criminosa, da reati fallimentari e tributari, a delitti contro altri individui. L’importanza di questo documento, è tale che se non viene notificato, l’imputato può richiedere di invalidare tutti gli atti processuali successivi. Un’omissione del genere infatti, compromette l’intero procedimento penale, in alcuni casi è previsto anche l’annullamento dello stesso.

Impostazioni privacy