Se hai una tartaruga in giardino rischi una multa pesante: scopri il motivo

Hai una tartaruga di terra in giardino e magari anche da un bel po’ di tempo? Occhio che rischia una multa non banale, ecco la motivazione 

tartaruga terra
Chi rischia una multa per possesso di tartaruga di terra in giardino – CodiciAteco.it

Avere un animale in casa è una scelta sempre più diffusa, specialmente se si ha la fortuna di godere di un bel giardino dove vi è spazio e possibilità per giocare e prendere sole. Se la casa è piccola già per i membri della famiglia, metterci anche un animale sarebbe una riduzione ulteriore e soprattutto una sofferenza per l’esemplare che si ritroverebbe in una “grande gabbia”. Discorso decisamente differente in caso di appartamento grande, spazioso, illuminato o – come dicevamo – di un vero e proprio spazio verde aggiunto oltre le mura domestiche.

Tuttavia non sempre cani e gatti sono la scelta principale. Spesso, per motivi di poco tempo a causa del lavoro o in generale di non volersi caricare troppo di responsabilità, sempre più persone optano per esemplari “meno impegnativi”. Ciò non significa ovviamente e assolutamente che esistano animali di serie A e di Serie B, ma ci sono indubbiamente alcuni animali un po’ più predisposti ad andare da soli in natura – specialmente se sono piccoli e per loro un giardino normale può sembrare anche enorme – rispetto ad altri.

Tartaruga di terra in giardino? Potresti essere a rischio

Tartaruga di terra
Perché si rischiano multe con tartarughe di terra in giardino – CodiciAteco.it

Un esempio del genere sono le famose e amabili tartarughe di terra. Appartenenti alla categoria dei rettili, a differenza degli altri membri della famiglia, le tartarughe vengono viste sempre con un fare diverso. Più amichevole data anche la loro natura tendenzialmente serena. Poi la pacatezza e la singolare forma la rendono ancor più amabile. Diffusissime sono quelle di acqua presenti spesso anche negli acquari, decisamente meno reperibili quelle di terra. Ma a tal proposito c’è un dettaglio che potrebbe sorprendere e spiazzare, specialmente per chi ne ha già una ma è ignaro quanto recita il regolamento.

Chiunque abbia tartarughe di terra, infatti, rischia una multa e anche provvedimenti con la legge che potrebbero andare oltre l’aspetto pecuniario. Il motivo è per la salvaguardia della specie: dal 1992, infatti, è necessario denunciare il possesso di tartarughe di terra in quanto sono considerate in via di estinzione e quindi da tutelare. Per chi ha esemplati da prima del 1995 non vi è bisogno di alcuna segnalazione, discorso diverso per chi invece ne ha acquisita o ottenuta una dopo questa data di riferimento: in quel caso bisogna regolarizzare la propria posizione con l’animaletto che andrebbe ‘tracciato’ col microchip. 

Multa per possesso di tartaruga non dichiarata

Come è intuibile anche per i meno esperti, non tutte le tartarughe di terra sono uguali: ci sono diverse specie e – sebbene tutte siano preziose – ci sono alcune per le quali tale provvedimento è decisamente più stringente di altri. Quindi avere una tartaruga di terra in casa non dichiarata non significa necessariamente essere in torto, ma è bene documentarsi per non trovarsi in errore e regolarizzare eventualmente la propria posizione. Altrimenti si rischiano multe non banali, anche da 2.000€ a salire in base alla tipologia di testuggine e al numero in possesso.

Impostazioni privacy