Risparmio in bolletta, diffidate da chi dice il contrario: questi tre dispositivi non vanno mai spenti

Il risparmio in bolletta può essere veramente notevole se seguite questi step fondamentali e soprattutto non spegnete mai questi tre dispositivi.

Risparmio bollette
Scopri il trucco per risparmiare in bolletta (Codiciateco.it)

Quello delle bollette è un tema molto particolare e delicato che coinvolge tutti indistintamente. Cittadini che si trovano mensilmente ad avere a che fare con cifre esorbitanti da pagare. La bolletta quando arriva a prescindere dall’utenza, è comunque un dramma ma ce n’è una in particolar modo che sovrasta le altre: la luce. Il consumo elettrico è inevitabile perché ci sono certi elettrodomestici ad esempio che funzionano h24 e quindi non si può di fatto staccare mai.

Anche nelle seconde case poter staccare la luce non è quasi sempre possibile. Ma anche qualora in quest’ultimo caso il consumo elettrico effettivo sia pari allo zero, i costi ci sono lo stesso perché come è stato anche chiarito in diverse occasioni si paga il servizio, la bolletta insomma, costi accessori che sono spese fisse. Data questa situazione allarmante cosa si può fare per fronteggiarla? Di certo senza luce non si può stare, ma farne un uso consapevole può comunque fare la differenza. Ed è per questo che ci sono alcuni trucchetti che chiunque dovrebbe conoscere per cercare di alleggerire nei limiti del possibile la bolletta.

Risparmio in bolletta, cosa fare per non commettere errori

Bollette care
Bollette care cosa fare (Codiciateco.it)

Quando si tratta di trucchetti per risparmiare il consumo elettrico in casa spesso si crea della confusione in quanto si possono divulgare delle informazioni che sono errate. Concezioni sbagliate che se l’utente mette in pratica non otterrà per niente il risultato sperato, anzi. Uno di questi sta nel conoscere attentamente i tre dispositivi che non vanno mai staccati per evitare cattive sorprese nelle bollette. Si consiglia che questi tre dispositivi rimangano sempre collegati.

Il primo dispositivo è il modem Wi-Fi: ormai tutti hanno il router in casa perché grazie ad essa si ha la connessione internet ma tanti erroneamente lo staccano la notte, prima di andare a letto. Questa pratica è assolutamente sbagliata perché il router staccato dalla corrente elettrica non fa risparmiare in bolletta ma fa pagare anche di più. Per quale motivo? La ragione è semplice: i router sono programmati per migliorare costantemente la velocità quindi di download e upload ed avere delle connessioni sempre più valide. Ma se viene spento, nel momento in cui viene acceso consuma molta più energia perché dovrà riprendere ed iniziare il processo di ottimizzazione della connessione.

Il secondo e terzo dispositivo

L’altro dispositivo che non va mai staccato alla corrente è la stampante. Quelle di oggi ormai sono predisposte e progettate per consumare poca energia, quindi tenerle in corrente non è una spesa notevole che influisce sulla bolletta della luce. Se si scollega e poi la si ricollega cosa succede?  Che la stampante procede con l’accensione e la pulizia automatica. Usa più inchiostro e consuma più energia.

Il terzo e ultimo dispositivo da non staccare mai è il televisore. Anche in questi casi scollegare il televisore moderno alla corrente è errato, rovina l’apparecchio che durerà meno e consumerà di più.Gli schermi delle tv moderne vanno in stand-by per aggiornare automaticamente i pixel in background. Ma se si interrompe questo processo, il televisione ne risente.

Cosa staccare sempre

Insomma, quindi lasciate stare questi dispositivi piuttosto pensate a staccare dalla presa altri che sono: la radio, l’asciugatrice, il caricabatterie, microonde, macchina per il caffè, computer e console. Questi in standby consumano energia elettrica quindi per questo motivo si devono staccare non appena ne esaurite l’utilizzo volta per volta.

Impostazioni privacy