Pensione di reversibilità, quello che ricevi cambierà: gli importi aggiornati

Se percepisci la pensione di reversibilità, ci saranno dei cambiamenti, scopri gli importi aggiornati e non farti cogliere alla sprovvista.

Pensione di reversibilità, quello che ricevi cambierà
Pensione di reversibilità- codiciateco.it

Gli importi delle pensioni di reversibilità cambieranno inevitabilmente, nel 2024 infatti ci sono stati degli aggiornamenti in merito. La pensione di reversibilità, è un sostegno economico che percepiscono diversi italiani. Si tratta di una somma di denaro erogata dall‘Inps e destinata ai familiari del pensionato deceduto. Ad averne diritto solitamente è il coniuge e i figli minorenni o studenti. In mancanza di questi parenti a percepirla possono essere i genitori, o in alternativa i fratelli e le sorelle single che erano a carico del pensionato.

Pensione di reversibilità, a chi spetta e come funziona

Pensione di reversibilità, gli importi aggiornati
Pensione di reversibilità, le modifiche-codiciateco.it

Si tratta di una misura che presenta dei limiti che sono stati imposti dal 1995 e possono variare a seconda del reddito del coniuge e del suo stile di vita. Secondo la corte costituzionale infatti, è illegittimo il limite massimo di riduzione del limite sulla pensione di reversibilità. L’Inps dopo la sentenza ha chiaramente dovuto adeguarsi al nuovo sistema e mettersi in regola.

Per questa ragione è previsto il conguaglio che rimborserà coloro che hanno ricevuto meno del previsto negli ultimi cinque anni. Quest’anno per calcolare la pensione di reversibilità, bisogna tenere a mente alcuni fattori come la percentuale di reversibilità e il reddito percepito dal coniuge. Per determinarla, sarà necessario calcolare l’importo che spettava al pensionato deceduto. Successivamente potrà essere applicata la percentuale di reversibilità, che dovrà essere verificata attraverso il proprio reddito personale.

Pensione di reversibilità cosa cambia nel 2024

Quest’anno sono stati applicati dei limiti che bisogna tenere a mente, infatti non sono previste riduzioni con un reddito pari o inferiore ai 23.300 € circa. Ci sarà però un limite del 25% per i redditi tre 23.300 € e 31.100 €, un’ulteriore riduzione del 40% sarà applicata ai redditi tra 31.000 e 38.000 €. Sarà prevista una riduzione del 50% per chi percepisce più di 38.900 €, il tetto massimo che si può accumulare infatti è di 23.345 €.

Si tratta di un importo che viene moltiplicato per tre volte nel trattamento minimo, chi percepisce la pensione dovrà comunicare il loro reddito all’Inps con la compilazione del modello Red o 730. Sono dunque queste le modifiche applicate a chi percepirà la pensione di reversibilità nel 2024. È comunque consigliato continuare a tenersi aggiornati su questo argomento, infatti non c’è da escludere che potrebbe subire ulteriori variazioni in qualunque momento.

Impostazioni privacy