Mutui agevolati Ismea 2024: i contributi a fondo perduto per le donne e i giovani

Mutui Ismea, l’agevolazione per il 2024, di cosa si tratta, scopri i contributi a fondo perduto per le donne e per i giovani.

Contributi a fondo perduto
Mutuo ISMEA- (Codiciateco.it)

Alcune volte potrebbe essere necessario dover prendere un muto, purtroppo però non sempre i requisiti richiesti vengono soddisfatti dal soggetto richiedente. Il governo si starebbe occupando della questione, sarebbe infatti stato emesso un decreto che regolamenta l’assegnazione di incentivi rivolti a determinate categorie tra cui i giovani e le donne appartenenti al settore dell’agricoltura.

Ciò dipenderebbe dalla volontà di stimolare l’imprenditorialità di queste figure, il decreto è stato approvato dal ministero dell’agricoltura ed è ormai dunque ufficiale. Secondo il decreto è prevista la distribuzione dei contributi a fondo perduto, sono previsti inoltre alcuni progetti che mirano al potenziamento delle imprese agricole.

Mutui Ismea, di cosa si tratta

Mutui per donne e giovani
Mutuo agevolato imprenditori- (Codiciateco.it)

Per accedere ai benefici introdotti dal nuovo decreto, oltre a possedere alcuni requisiti bisognerà inoltrare le proprie richiesta di partecipazione all’ISMEA, l’Istituto dei servizi per il mercato agricolo alimentare, per farlo sarà necessario seguire le direttive che saranno diffuse a breve.

Saranno messi a disposizione degli incentivi rivolti all’auto imprenditorialità giovanile femminile nel settore agricolo, i contributi non saranno rimborsabili. I mutui saranno concessi a tasso zero, lo scopo è quello di potenziare le infrastrutture e aumentare la produttività e la sostenibilità complessiva delle imprese agricole. Il sostegno si rivolge a microimprese che si occupano della cessione completa di un’attività agricola da almeno due anni.

Gli aspiranti per essere considerati qualificati dovranno soddisfare alcuni requisiti, la costruzione dell’impresa non dovrà superare i sei mesi dalla presentazione della domanda. Bisognerà esercitare unicamente un’attività agricola, la direzione dovrà essere affidata a giovani dai 18 ai 40 anni, o a donne qualificate dal punto di vista imprenditoriale. L’impresa dovrà aver assunto la gestione per successione non oltre sei mesi prima della domanda. La sede operativa dovrà essere in Italia.

Scopri come accedere ai mutui agevolati ISMEA

Le aziende agricole potranno accedere a due tipologie principali di incentivi finanziari, esistono infatti dei mutui agevolati a tasso zero che possono essere estesi fino a un decennio. Sarà sufficiente che non eccedano il 60% dell’importo totale delle spese. Sarà necessario che i contributi non rimborsabili coprano fino al 35% della spesa ammissibile. Determinati sostegni finanziari sono destinati a progetti con un investimento massimo di 1,5 milioni di euro.

Le candidature dovranno essere presentate direttamente all’ISMEA, bisognerà riportare le informazioni dell’impresa come il nome, la dimensione e una descrizione dettagliata della localizzazione del progetto. Un elenco dettagliato delle spese ammissibili e l’importo totale del finanziamento richiesto. Se la domanda sarà accolta, i beneficiari avranno sei mesi di tempo per fornire all’ISMEA tutta la documentazione necessaria a formalizzare l’accordo.

Impostazioni privacy