Mi hanno rubato lo smartphone: cosa ho fatto appena me ne sono accorto

Non trovavo più il mio smartphone: l’ho perso o probabilmente mi è stato rubato. Ho seguito prontamente questi 8 step: sono le prime cose da fare in una situazione così. 

cellulare rubato cosa fare
Cellulare rubato: le prime cose da fare (Codiciateco.it)

E’ importante conoscere i passaggi da affrontare in caso venisse perso o rubato il cellulare. Si tratta di un evento totalmente inaspettato dal quale non bisogna farsi trovare impreparati. Senza dubbio, un simile avvenimento può causare attimi di panico e far sentire spaesati: questo accade perché lo smartphone è ormai un fedele compagno d’ogni giorno.

Nonostante la difficoltà emotiva del momento, è importante agire prontamente: farsi prendere dallo sgomento per le foto in galleria senza backup, per i dati sensibili e le informazioni personali custodite nel dispositivo, nonché per i dati d’accesso ai propri conti correnti non è produttivo. Al contrario, non perdere tempo può rivelarsi cruciale per salvaguardare la propria persona.

Smartphone perso o rubato: le 8 cose da fare subito

cellulare rubato cosa fare
8 cose da fare subito se ti rubano il cellulare (Codiciateco.it)

Prima di cercare una soluzione per recuperare il dispositivo scomparso, è bene agire nell’ottica di proteggere sé stessi. Oggigiorno, gli smartphone contengono informazioni personali molto importanti nonché dati sensibili di cui i criminali possono servirsi. Infatti, un ladro potrebbe rubare denaro dai conti correnti presenti nel telefono, effettuare acquisti non autorizzati, scoprire le credenziali d’accesso ai vari siti, bloccare al proprietario l’accesso ai vari account social o di posta elettronica, rubare dati personali per furto d’identità, bypassare l’autenticazioni a due fattori per accedere a degli account, lanciare campagne di phishing, smishing o vishing con i contatti salvati (questa è una delle informazioni che possono richiedere ai tuoi contatti in rubrica), ricattare il proprietario sfruttando foto sensibili o informazioni private, tracciarne la posizione così come utilizzare i dati contenuti nel telefono per frodi finanziarie.

Comprendere le azioni che dei malfattori possono mettere in atto con lo smartphone di qualcun altro, aiuta a rendersi conto dell’importanza dell’agire prontamente qualora il dispositivo sparisse. Dunque, non appena ci si rende conto della sua assenza, è bene comportarsi in questo modo: chiamare il dispositivo nella speranza che qualcuno lo abbia trovato e risponda onestamente, usare un’app di tracciamento come “Trova il mio iPhone” di Apple per tentare di rintracciare lo smartphone, bloccare il telefono affinché mostri solo i dati di contatto per riportarlo al proprietario. Quest’ultima operazione si può effettuare da remoto tramite app di ricerca del cellulare: impedirà a chiunque di compiere qualsiasi azione con il dispositivo.

Ancora, è importante accedere ai propri account tramite un altro cellulare o computer e provvedere a reimpostare tutte le password. Vale anche per profili come Netflix o Amazon. Va avvisato il gestore telefonico affinché impedisca l’utilizzo improprio del numero di cellulare o di ricevere PIN tramite SMS che servano ad aggirare l’autenticazione a due fattori. Bisogna chiamare la banca affinché blocchi ogni transazione effettuata tramite i conti salvati nel telefono nonché l’accesso alle app di home banking. Vanno avvisati i contatti di aver perso il telefono e di essere irraggiungibile, anche per proteggerli da eventuali attacchi di truffatori. E’ bene contattare l’assicurazione qualora il cellulare fosse in garanzia ed avviare la denuncia alla polizia.

Impostazioni privacy