Libretto postale per figli minori: caratteristiche, funzionamento e fasce d’età, cosa sapere

Molti sono i genitori che scelgono di aprire un libretto postale per i figli minori. Vediamo come funziona e tutto ciò che c’è da sapere.

Nel momento in cui viene al mondo un bambino, i genitori iniziano a pensare già al loro futuro cercando quindi di mettere da parte un po’ di denaro ogni mese oppure ogni anno, per fare in modo che, quando il piccolo cresce, possa avere i mezzi necessari per coronare il suo sogno.

Aprire il libretto risparmi per bambini
Libretto risparmi bambini- codiciateco.it

Ed è per questo motivo che molte occasioni i genitori si avvalgono di un libretto postale per i risparmi, una soluzione in cui è possibile anche ottenere degli interessi. Ma vediamo insieme come funziona e tutti i vantaggi che si ottengono nel momento in cui si sceglie questo tipo di prodotto.

Libretto postale per i piccoli: ecco come funziona

Sia il tutore che il genitore, hanno la possibilità di aprire e gestire il libretto postale dedicato ai minori, un qualcosa che si può fare sia on-line che all’interno di un ufficio postale.

Aprire il libretto risparmi per bambini
Risparmi per bambini- Codiciateco.it

Risulta essere questa una perfetta soluzione per spingere più piccoli a realizzare i sogni partendo così da somma molto piccole. Tre sono le fasce di età con ben tre diversi livelli di autonomia che è possibile scegliere per i più piccoli. Stiamo parlando di:

  • Io Cresco, libretto di risparmio per i bambini che hanno tra 0 e i 12 anni in cui sia i versamenti che i prelievi possono essere fatti dal tutore o dal genitore. Attraverso questa soluzione, i risparmi crescono aspettando che il minore abbia la possibilità di gestirli autonomamente;
  • Io conosco, un libretto dedicato ai ragazzi che hanno tra i 12 e 14 anni e in cui il minore ha la possibilità di fare prelievi fino ad un massimo di €30 al giorno e non più di €250 al mese. In questo caso, il tutore è un genitore hanno la possibilità di richiedere la carta io intestata al minore;
  • Io capisco, libretto per i ragazzi che hanno tra i 14 e i 18 anni e che in cui possono prelevare fino a €50 al giorno e non più di €500 al mese. Anche in questo caso il tutore o il genitore ha una possibilità di richiedere la carta io intestata al minimo.

Per procedere all’apertura di un libretto dedicato ai minori è possibile recarsi sul sito poste.it oppure dall’app BancoPosta e farlo direttamente online oppure recarsi in un ufficio postale in cui verrà consegnato un libretto cartaceo.

In quest’ultimo caso sarà necessario avere con sé un documento di riconoscimento insieme al codice fiscale del genitore e del minore a cui verrà poi intestato il libretto.
Non dovrà mancare poi anche il decreto di nomina del tribunale insieme al verbale di giuramento, documenti che dovranno essere portati nel caso in cui si tratti di un tutore.

Impostazioni privacy