Ho sbagliato l’iban di un bonifico, come posso rimediare?

Mandare un bonifico è utile, ma altrettanto rischioso se non si è attenti ai numeri che lo compongono. Cosa succede se si sbaglia? 

Codice iban errato cosa fare invio
Errore codice iban-(Codiciateco.it)

 

La maggior parte dei pagamenti, degli stipendi e anche delle tasse avviene tramite il bonifico che solitamente impiega da 1-3 giorni per poter giungere al destinatario. La vita frenetica dei giorni nostri può riservare anche qualche pericoloso rischio che può comportare gravi errori. Ma non per questo bisogna cadere nella depressione, perché qualora si sbagliasse il codice iban (qui ti spieghiamo tutto quello che devi sapere, da cosa significa a come è composto), c’è la possibilità di rimediare.

Per effettuare un bonifico è necessario avere il codice iban del beneficiario che deve identificare il suo conto di pagamento. Ricordiamo che ogni istituto bancario può stabilire anche degli orari predefiniti per poter effettuare un bonifico.

Cosa fare se sbaglio iban?

Bonifico tramite smartphone errato
Ho effettuato un bonifico al destinatario sbagliato, come rimediare (codiciateco.it)

Per effettuare un bonifico correttamente bisogna tenere un occhio di riguardo ai codice iban, perché basta che si sbaglia un semplice numero e tutto è perso nel vuoto.  Attraverso queste continue transazioni economiche sbagliare è anche logico, cosa bisogna fare? L’iban è un modo semplice per poter identificare il destinatario, che può essere una persona, un’azienda oppure un ente che fornisce servizi.

Se si sbaglia il codice iban, il bonifico parte lo stesso e la somma di denaro indicata verrà ufficialmente accreditata nel conto indicato erroneamente. Tre le prime cose da fare c’è la revoca del bonifico che è stato effettuato. La banca farà di tutto per poter recuperare il fondo accreditato, ma non è considerata responsabile e la colpa quindi è di chi l’ha effettuato.

Se ci accorgiamo in poco tempo dell’errore, è importante subito avanzare una richiesta di accredito, visto che il passaggio di denaro ad un destinatario non è immediato. Dopo aver effettuato la richiesta di accredito bisogna accedere senza soffermarsi troppo alla propria area di internet banking.

Prima di continuare, nel caso in cui ci sia necessità di modificare il vostro iban per ricevere denaro dall’Agenzia delle Entrate o dall’Inps, sappiate che è possibile seguendo semplici indicazioni. Qui vi spieghiamo come modificarlo per ricevere l’Assegno Unico, in questo articolo invece vi indichiamo passo passo come modificarlo per ricevere la pensione, o ancora in generale per comunicare nuovo IBAN all’Agenzia delle Entrate.

Tornando a come rimediare in caso di bonifico errato, una volta entrati nel proprio profilo nella sezione “movimenti” dove è presente la cronologia bisogna cliccare nella sezione dove è possibile annullare il pagamento. Bisogna essere rapidi, altrimenti ci sarà il rischio che la funzione “annulla” non sarà più disponibile e che il pagamento sarà già partito. Ricordiamo che c’è un orario preciso con il quale è possibile revocare un pagamento, esso rientra tra le 15-16 di una giornata lavorativa. Inoltre le banche danno le possibilità agli utenti di poter contattare numeri e richiedere un annullamento ufficiale.

E cosa accade se il bonifico ha già raggiunto la banca del destinatario? Cosa bisogna fare? Si potrebbe richiedere della funzione chiamata “richiamo del bonifico”. Sarà la banca del ricevente ad effettuare un processo ufficiale di restituzione del denaro.

Impostazioni privacy