Detrazione spese ristrutturazione, occhio alla dicitura del bonifico: dipende tutto da questa

Lavori in casa, come funziona la detrazione sulle spese di ristrutturazione, ecco a cosa dovresti fare fortemente attenzione, verifica il tuo bonifico.

Lavori di ristrutturazione
Spese ristrutturazione- codiciateco.it

Anche quest’anno, sarà possibile accedere ad alcune agevolazioni riguardo le spese per la ristrutturazione della propria casa. In particolare si tratta di detrazioni fiscali che si potranno ottenere in seguito ai lavori sostenuti per migliorare l’efficienza energetica dell’immobile. Chi deciderà di sostenere la spesa potrà ottenere uno sconto non indifferente.

Per poter ottenere la detrazione fiscale sarà necessario presentare la documentazione compilata, ciò dovrà essere fatto al momento della dichiarazione dei redditi. Il rimborso dunque dovrà essere ottenuto attraverso il modello 730. Bisognerà quindi prestare molta attenzione a cosa scrivere nella causale del bonifico in quanto ci sono errori da non commettere.

Detrazione fiscale, come ottenerla e non sbagliare

Dipende tutto dalla dicitura del bonifico
Occhio al bonifico- codiciateco.it

Per accedere alla detrazione fiscale su diverse spese, sarà necessario che il pagamento venga effettuato attraverso strumenti tracciabili, nel momento in cui si compilerà il bonifico, bisognerà prestare molta attenzione a ciò che verrà riportato sul documento, la causale da compilare ad esempio non sarà la stessa prevista per il bonifico ordinario.

Su un bonifico bancario o postale dovranno essere indicate la causale di un versamento con l’indicazione della normativa a cui farà riferimento. Bisognerà indicare il codice fiscale del soggetto che dovrà ottenere la detrazione, la partita Iva o il codice fiscale della persona che otterrà il bonifico. Secondo quanto dichiarato da una circolazione dell’agenzia delle entrate del 24 maggio 2015, per poter ottenere le detrazioni fiscali sarà necessario che il bonifico sia parlante. Un bonifico ordinario dunque, non sarà sufficiente per ottenere l’agevolazione.

Detrazione fiscale ecco qual è il bonifico da effettuare

Nel bonifico ordinario, sarà sufficiente inserire l’Iban di riferimento, il nome, il cognome, l’indirizzo, il destinatario e riportare la causale. Per quanto riguarda il bonifico parlante invece, dovranno essere riportate altre informazioni attraverso le quali l’agenzia delle entrate potrà verificare che ci siano tutte le condizioni per accedere alle detrazioni.

Per i lavori di riqualifica energetica o di ristrutturazione edilizia ad esempio, bisognerà effettuare il pagamento con bonifico parlante e specificare la legge di agevolazione di riferimento. Sarà molto importante attenersi alle regole e se necessario chiedere il parere e il supporto di un professionista esperto. Il rimborso infatti non sarà automatico e per farlo sarà necessario presentare una domanda e compilare adeguatamente il proprio 730. Prima di farlo però bisognerà essere in possesso di tutti i documenti necessari per poter effettuare la richiesta. Non bisognerà tralasciare nulla soprattutto al momento d’acquisto.

Impostazioni privacy