Come iscriversi al fondo per casalinghe e quali vantaggi comporta

Cos’è e come funziona il fondo per le casalinghe; perché conviene iscriversi e quanto costa versare contributi volontari per maturare una pensione INPS.

fondo pensione inps per casalinghe
Come funziona e quanto costa iscriversi al fondo casalinghe (CodiciAteco.it)

Anche le persone che si occupano della cura domestica e dei lavori casalinghi possono garantirsi una pensione di vecchiaia iscrivendosi al Fondo pensioni casalinghe gestito dall’INPS.

Si tratta di un sistema previdenziale facoltativo e volontario appositamente pensato per le casalinghe senza contributi da lavoro retribuito. In questo modo anche chi per scelta o per circostanze non ha mai avuto un lavoro, dipendente o autonomo che fosse, può ritrovarsi dopo i 65 anni anni con la maturazione di una somma pensionistica. Ma quanto costa iscriversi al fondo? Quanto bisogna versare di anno in anno? Di seguito approfondiremo nel dettaglio proprio il suddetto fondo.

Fondo pensione per le casalinghe: costi, versamenti e come richiedere la pensione

fondo casalinghe quanto costa
Come richiedere e quanto costa il fondo pensione per le casalinghe (CodiciAteco.it)

Istituito il 1° gennaio la 1997 il fondo è rivolto a tutte le persone, di entrambi i sessi e con età compresa tra i 16 e 65 anni, che svolgono lavori di cura non retribuiti e derivati da responsabilità familiari. L’iscrizione al fondo è semplicissima, basta presentare la domanda utilizzando la sezione del sito dell’INPS appositamente dedicata. Gli unici requisiti richiesti è che non si presti lavoro dipendente o per cui è prevista l’iscrizione ad altro ente o cassa previdenziale e che non si sia titolari di pensione diretta; rispettati questi criteri la domanda è accolta di default. Solitamente comunque si riceve comunicazione di avvenuto accoglimento di domanda.

Sempre utilizzando il sito INPS è possibile recarsi nella sezione pagamenti seguendo le apposite indicazioni compilare e stampare gli avvisi di pagamento PagoPA o pagare direttamente online i contributi da versare. Per quanto riguarda i costi, c’è da dire che il versamento è libero, tuttavia per riuscire ad ottenere una vera pensione è bene sapere che bisogna versare almeno 25 euro al mese per un totale annuo che deve superare i 300 euro, ovviamente più si versa più si riesce ad ottenere una pensione alta. I contributi comunque sono del tutto deducibili dal reddito imponibile IRPEF del dichiarante e per i familiari a carico.

Come e quando si può fare domanda di pensione

I tempi. Per richiedere la pensione dal fondo casalinghe si devono versare contributi per almeno 5 anni; la legge dice che dall’età di 57 anni è già possibile fare domanda, ma in realtà la pensione è assegnata solo se si supera un assegno di 700 euro ovvero l’1,5% in più dell’assegno sociale.

Nei fatti, quindi, conviene chiedere la pensione solo una volta superati i 65 anni di età. La domanda può essere effettuata sempre tramite l’apposita sezione che si trova sul sito dell’INPS.

Impostazioni privacy