INPS, chi deve presentare il modello ADI com esteso

INPS, se pensate di sapere tutto sull’argomento ADI vi sbagliate di grosso. Esiste infatti una categoria di beneficiari onerati a compilare un modello specifico.

ADI sospeso
A chi tocca presentare un modello ADI sospeso (codIciateco.it)

La questione ADI è sempre fonte di particolare interesse ma anche preoccupazione perché investe una grandissima fetta di popolazione italiana. Tutte persone che hanno bisogno di un sostegno economico per poter provvedere alle varie spese che si presentano nel corso della routine di ognuno. L’assegno di inclusione ha una serie di obblighi ma il principale che funge da collante agli altri, la condicio sine qua non è quella di aggiornare sempre la propria posizione.

Una persona beneficiaria, nel momento in cui cambia la situazione per un qualsiasi motivo tale da apportare delle modifiche deve rivolgersi tempestivamente all’ente erogatore, l’INPS. Questo discorso vale – come detto tante volte – per quanto riguarda l’ISEE; dato che tale documentazione è il perno su cui reggia praticamente l’agevolazione medesima. Quindi se l’ISEE cambia in un modo o nell’altro è giusto che venga detto tempestivamente perché altrimenti si subisce la sospensione e si possono perdere anche gli arretrati. Quindi è sempre utile stare attenti per non ricevere cattive sorprese.

ADi com esteso, chi è onerato

Modello ISEE
ADI com esteso casi di compilazione (Codiciateco.it)

Un’altra questione importante collegata sempre all’ADI è quella del nuovo nato, ovvero quando una famiglia si allarga. Anche in questo caso viene meno l’altro requisito certificato al momento della presentazione della domanda, cioè non si è più quel tot numero di componenti. Questo più uno dev’essere assolutamente indicato, anche perché da tale modifica dipende tante cose come anche la definizione della quantificazione della somma da erogare al mese. In questi casi la famiglia deve compilare il modello Adi com esteso, ma in cosa consiste questo e soprattutto chi sono quelli che devono compilarlo?

Ci sono altri casi, oltre questo appena menzionato. Il modello Adi com esteso dev’essere presentato ogni volta ci siano delle variazioni nei componenti del nucleo familiare oppure per quanto concerne lo stato di occupazione. Su questo l’INPS è molto chiaro indicando come tale modello dev’essere compilato debitamente dal percettore o un componente del nucleo che avvia una nuova attività lavorativa.

Altri casi di compilazione obbligatoria

Stesso obbligo nel caso in cui ci siano delle variazioni tali per cui si possano modificare la scala di equivalenza ed è il caso appena menzionato dei nuovi nati. Ci sono delle variazioni nel patrimonio mobiliare o immobiliare ed infine quando si devono specificare le persone che all’interno del nucleo familiare hanno carichi di cura. Se non si compila tale modello si subisce una sospensione della domanda fino a quando non si procede alla rettifica. Che avviene per l’appunto con il modello Adi come stesso. Nel momento in cui viene presentato questo modello l’INPS procederà con i calcoli ed interrompe la sospensione. Quindi la famiglia andrà a percepire nuovamente la somma dovuta tenendo conto delle modifiche che ha subito.

Impostazioni privacy