Carte bloccate PostePay o Conto BancoPosta: i clienti ricevono questo sms. Cosa sta accadendo

Tantissimi clienti ricevono SMS che avvisano che le loro carte BancoPosta e PostePay stanno per essere bloccate: cosa significa?

Carte di Poste Italiane
Carte di Poste Italiane (Codiciateco.it)

Le segnalazioni sono tantissime, migliaia di SMS inviati a tutti i clienti titolari di un conto alla Posta e che avvisano che le loro carte BancoPosta e PostaPay sono state o saranno bloccate. Qual è la situazione? Sono le stesse Poste Italiane che, tramite informazioni per la sicurezza, avvisano tutti i clienti della truffa in atto.

Si tratta di una truffa molto sofisticata che potrebbe trarre in inganno migliaia di utenti. Tale truffa si presenza con l’identificativo di “PosteInfo”, ossia lo stesso utilizzato nelle Poste Italiane, riprodotto con cura per confondere gli utenti. Il messaggio che riporta è fraudolento e informa il cliente che la sua carta sta per essere bloccata. Per evitare che possa essere bloccata, si richiede una nuova password.

Nuova truffa Poste Italiane: il finto SMS che avvisa che BancoPosta e PostePay stanno per essere bloccate

Carta PostePay
Carta PostePay (Codiciateco.it)

Ad accompagnare il messaggio SMS, c’è un link per ripristinare la password. In realtà, come prevedibile, si tratta di un link non sicuro, che reindirizza a una finta pagina ma del tutto simile a quelle di Poste Italiane. Ed è qui che bisogna fare maggiormente attenzione, perché si chiede al cliente di inserire informazioni personali e dati sensibili.

Il messaggio è sempre lo stesso e recita: “PosteInfo: per motivi di sicurezza la sua carta sta per essere bloccata, verifica ora al seguente link”. Bisogna ricordare che Poste Italiane Spa non richiede mai, attraverso alcun canale, i dati personali per accedere al portale ufficiale, e non richiede mai le credenziali delle carte di pagamento.

Cosa bisogna fare per non incappare nella truffa e dove inviare la segnalazione

Dunque, non bisogna mai seguire le indicazioni degli SMS, inserendo password, PIN, codici OTP o altro. Si tratta palesemente di una truffa ai danni del cliente. Non bisogna mai scaricare eventuali allegati, né cliccare su eventuali link. Se accidentalmente si clicca su un link, non bisogna mai inserire informazioni.

Per segnalare queste truffe, basta inviare una mail a antiphising@posteitaliane.it. È l’indirizzo ufficiale per segnalare le tuffe a Poste Italiane. Purtroppo, sono tantissime le persone che incappano nel raggiro, specialmente gli utenti più anziani o quelli meno esperti che hanno aperto un conto da poco.

Bisogna sempre essere previdenti e prendere precauzioni per evitare truffe del genere. Di raggiri legati alle Poste Italiane ce ne sono altri, come ad esempio: Truffa PostePay, rubati 5000€: come riuscire a riaverli indietro. E ancora “Anomalia sul conto”, ancora truffa Poste: come riconoscerla.

Impostazioni privacy