Bonifici, tra novità e dubbi: capiamo quanto impiegano ad arrivare

Con i bonifici ordinari i soldi sul conto non arrivano subito: quali sono i motivi e le novità per quelli istantanei

Contanti
Trasferimento soldi – codiciateco.it

Siamo invasi dalla tecnologia ma per ricevere i soldi attraverso un bonifico si impiega un tempo ancora relativamente lungo rispetto all’epoca che viviamo, almeno per i bonifici ordinari, perché per gli istantanei il discorso è diverso e ci sono delle novità. Quanto tempo impiega un bonifico per arrivare sul conto del destinatario? Questa domanda può avere più risposte.

Bonifici, tempi e verifiche: cosa sapere

trasferimento denaro in digitale
Bonifici tra conti correnti – codiciateco.it

Ci sono passaggi intermedi che vengono eseguiti dalla banca e quali sono e a volte sono necessari diversi giorni che variano a seconda della tipologia di bonifico, ma anche in base alle banche interessate e altre variabili.

Tra i diversi tipi di bonifici ci sono quelli nazionali, il Sepa, Single Euro Payments Area, (qui vediamo come sbloccare un pagamento Sepa) e bonifici internazionali. Dobbiamo considerare gli orari di invio che non sempre corrispondono a quelli di elaborazione poiché i bonifici possono essere inviati attraverso canali diversi; online, tramite sportello bancario o app mobile. Per fare un esempio, inviando un bonifico alle 22:00, molto probabilmente la data di emissione sarà il giorno successivo a quello in cui lo sto eseguendo.

Un altro fattore da considerare è la banca di origine e destinazione perché alcuni istituti possono elaborare i bonifici più rapidamente di altri. I bonifici standard possono essere elaborati solo nei giorni lavorativi delle banche: quelli inviati dunque duranti i festivi richiederanno più tempo.

Molto dipende anche dall’importo perché alcune banche possono richiedere una verifica aggiuntiva per bonifici di importi elevati, allungando in questo modo i tempi. Diverse sono anche le procedure di verifiche e dunque più lunghi i tempi, per i bonifici internazionali perché bisogna considerare anche il cambio valuta. Per tutti i tipi di bonifici, ci sono comunque le norme anti-riciclaggio da rispettare e le relative operazioni di controllo.

Dal 2012 i tempi di accredito dei bonifici sono stati ridotti da tre giorni lavorativi a uno giorno soltanto ma tra due banche differenti può darsi che bisogna attendere due o tre giorni.

C’è un’espressione inglese che è bene conoscere: cut-off. Con orario cut-off si intende quello entro il quale il bonifico si considera eseguito nella giornata in corso. Ogni istituto ha un orario limite per la lavorazione delle operazioni necessarie all’invio dei soldi. Non esiste un unico orario cut-off ma possiamo indicare quello di alcune banche:

Banca Marche: 15:30;
Mediolanum Banca: 17:00;
Banca di Sondrio: 14:30;
Barclays: 15:30;
Cariparma: 18:00;
CheBanca!: 19:00;
Credem: 20:00;
Deutsche Bank: 17:00;
Fineco: 15:00;
Intesa San Paolo: 17:30;
MPS: 18:30;
Unicredit: 20:00;
Webank: 17:45;
Widiba: 18:30.

Abbiamo accennato all’inizio che i bonifici istantanei. Come dice il nome stesso, i soldi arrivano istantaneamente, dopo pochi secondi, ma con una commissione: ora stanno subendo una modifica importante. Da marzo ci sarà un nuovo regolamento dell’Unione europea per rendere i trasferimenti di denaro istantanei e senza sovrapprezzo entro 10 secondi possibili in tutta l’Ue e nello Spazio economico europeo.

Impostazioni privacy