Auto aziendali e tasse: facciamo chiarezza su alcuni punti

Auto aziendali, qual è il loro prospetto delle tasse? E’ arrivato il momento di sviscerare a dovere questo argomento facendo chiarezza su alcuni punti. 

Tasse auto
cosa sapere sulle tasse auto aziendali (Codiciateco.it)

Se c’è un argomento che ancora ad oggi non è stato trattato per come meriterebbe è sicuramente la questione delle tasse sulle auto aziendali. Non solo se ne parla poco ma è anche un argomento molto importante per le aziende e in generale per i titolari di partita IVA. Sono loro infatti i soggetti fisici e giuridici che possono comunque prendere l’auto e utilizzarla sia per le questioni di impresa ma anche per assegnarla ai dipendenti per svolgere appunto le mansioni lavorative.

O ancora per il proprio tempo libero. Molte di queste vetture sono noleggio a lungo termine. Quindi è normale chiedersi quanto costino le tasse sulle auto aziendali. Bisogna per queste ragioni vedere nel dettaglio di quanto si parla, proprio con numeri alla mano. Quali sono le tasse che gravano su questa categoria di mezzi.

Auto aziendali e tasse, quanto costano

Cruscotto automobile
Auto prospetto tasse (Codiciateco.it)

Quando si parla di tasse per auto aziendali sono due i concetti importanti da tenere bene in mente e sono la deducibilità e la detraibilità dell’IVA. Per deducibilità si intende una riduzione del carico fiscale che permette di sottrarre alcuni costi dal reddito imponibile. Invece la detraibilità riduce le tasse da pagare perché per alcune spese, come appunto l’acquisto delle auto aziendali la somma può essere sottratta legalmente per diminuire il valore dell’imposta.

La deducibilità delle auto aziendali destinate – come detto prima – ad un uso promiscuo ossia per il lavoro ma anche nel tempo libero è del 70%. Una percentuale che sale solo per gli agenti di commercio che possono invece dedurre i costi delle loro vetture aziendali all’80%. Per le auto invece utilizzate dai dipendenti aziendali scende la deducibilità al 20%. Quando si parla di noleggio a lungo termine c’è un altro aspetto da considerare ovvero il limite di deducibilità fiscale che è fissato a 3.615,20 euro.

E la detraibilità?

Per quanto riguarda invece la detraibilità IVA forfettaria dal 2007 è fissa dal 40%. Una limitazione che sembrava destinata a scomparire e invece è stata costantemente prorogata e sarà ancora valida per tutto il 2025. Anche qui l’eccezione riguarda gli agenti di commercio, ma anche i tassisti ed i titolari di noleggio con conducente che possono detrarre l’IVA al 100% .

Impostazioni privacy