Annuncio INPS, scattano 5 novità per i beneficiari ADI: di cosa si tratta

Annuncio ufficiale INPS per i beneficiari dell’assegno di inclusione: da oggi scattano sei novità importanti. Ecco di cosa si tratta 

ADI
INPS comunica novità per quanto riguarda l’ADI: di cosa si tratta – CodiciAteco.it

Concluso il primo semestre per l’assegno di inclusione. Introdotto ufficialmente dal 1 gennaio 2024 in sostituzione al reddito di cittadinanza che invece è andato in pensionamento lo scorso 31 dicembre 2023 per una staffetta organizzata dal governo a conclusione del giro della Terra attorno al sole, la misura ha completato i suoi primi sei mesi tutto sommato con risultati positivi e con pagamenti regolari una volta approvata la domanda. Come noto, oltre a una serie di parametri economici, questa nuova forma di sostegno è destinata esclusivamente a chi ha bambini, disabili o anziani in casa.

Superato lo ‘choc’ iniziale per i beneficiari direttamente coinvolti nel cambio (e nella perdita per molti senza poter aver accesso al nuovo contributo) e chiariti i vari dubbi che inizialmente erano grande fonte di preoccupazione, l’ADI oggi ha raggiunto una determinata stabilità con la misura appresa da tutti e in un certo senso anche puntuale. Certo restano dubbi sulle tempistiche e sull’attesa per l’approvazione della domanda, ma anche in tal senso l’INPS ha specificato determinati scenari illustrando i giorni di attesa e come comportarsi nel caso in cui la richiesta venisse respinta oppure messa in stand-by in attesa di documentazione ulteriore.

Novità ADI, arriva l’annuncio direttamente dall’INPS

Con un minimo garantito di 480 euro a famiglia a salire in base alla scala di equivalenza per 18 mesi garantiti a cui segue il rinnovo di un anno tramite lo stop di un mese nel frattempo, l’ADI, sebbene abbia raggiunto questo equilibrio, è comunque ancora in fase di migliorie per favorire sempre di più i cittadini che ne beneficiano. E si registra in queste ore una novità annunciata direttamente dall’INPS.

Ecco quanto apparso sul sito ufficiale dell’ente previdenziale: “L’Istituto rende noto che la piattaforma per la gestione dell’Assegno di Inclusione (ADI) si arricchisce di nuove funzionalità che rendono l’accesso al servizio dal portale dell’Istituto (www.inps.it) ancora più completo e intuitivo. Le novità prevedono una maggiore semplificazione e strumenti sempre più intuitivi per facilitare la presentazione delle domande e la gestione delle stesse da parte delle Strutture territoriali dell’INPS”. 

Assegno di inclusione: cosa si potrà fare ora sul sito INPS

ADI
Assegno di inclusione, le novità annunciate dall’INPS via social e sito – CodiciAteco.it

Nella fattispecie queste novità permettono attraverso il portale ufficiale dell’istituto nazionale della previdenza sociale di:

  • modificare in autonomia i dati di residenza e i propri recapiti per eventuali comunicazioni;
  • ⁠trasmettere ogni aggiornamento sulla dimensione lavorativa dei componenti del proprio nucleo, tramite il cosiddetto modello “ADI-Com esteso”;
  • visualizzare gli intestatari delle carte di inclusione (nel caso sia stata richiesta l’individualizzazione della misura);
  • consultare lo stato della propria domanda, verificando anche l’importo disposto da INPS e i relativi dettagli di calcolo, aggiornati periodicamente su base mensile

Inoltre, come comunicato sempre dall’INPS nella nota diramata, tramite questa nuova procedura è possibile anche visualizzare informazioni di dettaglio come l’indicazione del componente del nucleo cui è attribuita la quota del canone di locazione ma anche eventuali soggetti esclusi dalla scala di equivalenza per il calcolo complessivo dell’importo spettante.

Impostazioni privacy