Altro che per sempre, ecco ogni quanto devi cambiare questi prodotti domestici per non rischiare

Hai mai pensato di cambiare la tenda della doccia in bagno? E il cuscino su cui dormi, oltre che alla federa? Queste regole ti stupiranno, ma sono fondamentali per la tua salute

Non basta pulire. A un certo punto nostro malgrado dobbiamo buttare alcuni prodotti ed oggetti. Non è consumismo, ma necessità igienica. Già perché anche se a occhio tutto vi potrebbe sembrare in ottimo stato, in realtà ci sono batteri e funghi pericolosi nella nostra salute. E i tempi in cui degli oggetti vanno sostituiti potrebbero stupirvi di parecchio.

Prodotti domestici ogni quanto cambiarli
Non basta pulire: alcuni prodotti dopo un po’ di tempo vanno buttati | @PolinaTankilevitch – codiciateco.it

Nella gestione della casa, la sostituzione periodica di alcuni oggetti è essenziale per mantenere un ambiente pulito e sicuro. È abitudine di molti, se non dei più, quella di procrastinare, di rimandare alcuni lavoretti in casa che potremmo definire “spurga-peccati”, per quanto meticolosi e noiosi. Tuttavia, ne va proprio della nostra salute e del buon mantenimento di quel piccolo grande scrigno che chiamiamo casa, quindi è bene tenere a mente certe regoline. Perché no, la risposta è sempre quella: niente è per sempre. Nemmeno un’ottima lavatrice!

Ogni quanto devi cambiare (o buttare) gli oggetti che usi in casa

Molte persone spesso trascurano la frequenza con cui è consigliabile cambiare determinati prodotti domestici. Esaminiamo la giusta periodicità per sostituire elementi come federe, cuscini, tappeti, tende doccia, ventose, lavatrice, spugne e federe del divano e altri oggetti d’uso quotidiano, ma soprattutto scopriamo insieme il motivo dietro queste sostituzioni necessarie.

Federe e cuscini: occhio alla stagione

È consigliabile cambiare le federe del cuscino ogni 2-3 settimane. In estate con il sudore il tempo si contrae: dopo una settimana cambiatela. Ma soprattutto, quello che sfugge a molti è che i cuscini stessi dovrebbero essere sostituiti circa ogni 1-2 anni. Il contatto prolungato con la pelle e l’accumulo di sudore e cellule morte sulla biancheria da letto possono favorire la proliferazione di batteri e acari, a partire dalla nostra cute. Quindi la sostituzione regolare riduce il rischio di problemi cutanei e allergie.

Tappeti, cambiateli senza pietà

La frequenza di sostituzione dei tappeti dipende dall’uso e dalla qualità. In generale, i tappeti di buona qualità possono durare da 5 a 15 anni, ma quelli ad alto traffico potrebbero richiedere una sostituzione ogni 5-7 anni. Il deterioramento, le macchie persistenti e l’usura sono indicatori per il cambio, oltre al mantenimento dell’igiene e della freschezza dell’ambiente.

Tenda della doccia: dopo quanto buttarla via

Le tende della doccia dovrebbero essere cambiate ogni 6-12 mesi. L’umidità presente nel bagno può favorire la crescita di muffe e batteri sulle tende. La sostituzione regolare evita la formazione di macchie antiestetiche e contribuisce a mantenere un ambiente igienico – fondamentale in un luogo come il bagno!

Asciugamani, ogni quanto cambiarli

Gli asciugamani da bagno dovrebbero essere sostituiti ogni 3-4 giorni. L’utilizzo ripetuto degli asciugamani da bagno li espone all’umidità, creando un ambiente ideale per la crescita batterica. L’asciugatura del corpo lascia residui di cellule morte e umidità, favorendo la proliferazione di batteri e germi. La sostituzione frequente riduce il rischio di contaminazione e aiuta a mantenere l’igiene personale.

Strofinacci da cucina: quando li devi cambiare

Gli strofinacci da cucina dovrebbero essere cambiati più frequentemente, preferibilmente ogni 1-2 giorni o anche più spesso se vengono utilizzati intensamente. Questi tessuti vengono utilizzati per asciugare stoviglie, superfici e mani, accumulando residui di cibo e umidità. La permanenza prolungata della sporcizia e dell’umidità può favorire la crescita di batteri nocivi. Cambiarli regolarmente aiuta a prevenire la contaminazione incrociata e a mantenere pulite le superfici della cucina.

Asciugamani impilati su uno scaffale
Gli asciugamani vanno cambiati molto spesso Pexels | @Pixabay – codiciateco.it

Ventose, durano poco

Le ventose utilizzate per appendere oggetti o, soprattutto, per sturare le tubature, dovrebbero essere sostituite ogni 6-12 mesi.
Col tempo, queste possono perdere efficacia e aderenza, aumentando anche il rischio di cadute degli oggetti appesi. La loro sostituzione regolare assicura una maggiore sicurezza e stabilità.

Lavatrice, la durata dipende dal modello

Una lavatrice di buona qualità può durare dagli 8 ai 12 anni, ma la manutenzione regolare è fondamentale per preservarla. Controlli periodici, pulizia dei filtri e attenzione agli eventuali problemi aiutano a prolungarne la vita e a mantenere le performance ottimali.

Spugne, dal lavandino alla doccia: quando le devi cambiare

Le spugne per la pulizia dovrebbero essere sostituite ogni 1-2 settimane. Poiché raccolgono sporcizia e batteri durante l’uso, la loro permanenza a lungo termine può favorire la diffusione di germi nocivi. La sostituzione frequente riduce il rischio di contaminazione e garantisce la funzione per cui nascono: la pulizia.

Federe del divano: altro che anni

Forse qui giungiamo al dato più scioccante: le federe del divano dovrebbero essere lavate o sostituite ogni 1-2 mesi! Pensavate molto più raramente, vero? Il punto è che il nostro amato divano è spesso un luogo dove si accumula polvere, peli di animali domestici, residui di cibo e – dato che è dove ci sediamo quando rientriamo o dove si appoggiano i nostri ospiti quando li accogliamoresidui e sporcizia inevitabile proveniente da fuori casa! La manutenzione regolare delle federe contribuisce a mantenere pulito e fresco l’aspetto del divano, oltre a garantire un ambiente effettivamente più salubre.

Cambiare spesso questi oggetti e in taluni casi e dopo un periodo di tempo buttarli via è un’azione indispensabile per vivere in un ambiente pulito e igienico. Stare in mezzo ai batteri compromette il nostro sistema immunitario e ci espone più facilmente al rischio di contrarre malattie anche serie. Insomma non abbiate pietà e buttate (o meglio ancora riciclate) quando si è fatto il tempo.

Impostazioni privacy