730 precompilato, si dovrà rispondere a un questionario: come procedere

730 precompilato, il contribuente dovrà rispondere a delle domande che l’AdE ha già preparato, dovendo solo confermare o modificare

sito AdE
Dichiarazione dei Redditi precompilata – codiciateco.it

La compilazione della dichiarazione dei redditi, con il questionario per il 730, è uno degli adempimenti burocratici che non bisogna sbagliare e che in tanti non sanno portare a compimento. La fiscalità è una materia molto tecnica ed è normale che non tutti sappiano bene come fare. Per tale motivo ci si può rivolgere a professionisti ed esperti come consulenti, commercialisti e impiegati dei Caf, i centri di assistenza fiscale.

730 precompilato, quali sono le domande che vengono fatte

F24 per la dichiarazione dei redditi sotto la lente di ingrandimento
F24 per la dichiarazione dei redditi – codiciateco.it

Come ogni anno, nei prossimi mesi bisogna presentare la dichiarazione dei redditi da cui può risultare un credito o un debito Irpef. Nel primo caso bisogna avere un rimborso, nel secondo bisogna pagare. In quest’ultimo caso si deve provvedere al relativo pagamento. Nel primo caso, invece, è possibile beneficare del relativo rimborso. L’Agenzia delle Entrare, con le istruzioni per la compilazione del modello 730/2024, che riguarda il periodo d’imposta 2023 ha fatto sapere che “da quest’anno, nell’area web dedicata, oltre alla modalità di compilazione ordinaria, è resa disponibile al contribuente, in via sperimentale, una modalità di presentazione semplificata e guidata della dichiarazione 730 precompilata. Con la nuova modalità di compilazione, le informazioni a disposizione dell’Agenzia delle entrate sono proposte con un linguaggio semplificato al contribuente, che può direttamente confermarle o modificarle attraverso un percorso guidato”. In modo automatico, continua la comunicazione, sono riportati i dati confermati, modificati o integrati, corrispondenti del modello 730.

Da quest’anno anche i possessori di Partita Iva potranno optare per la dichiarazione dei redditi precompilata. Una modalità che certamente semplifica il percorso burocratico, ma come si compila il questionario del nuovo 730?

A partire martedì 30 aprile 2024, sarà disponibile la nuova modalità che l’AdE ha specificato essere “sperimentale”: infatti affianca ma non sostituisce il classico modello 730 precompilato. I vantaggi del primo è che non bisognerà inserire codici o seguire delle procedure complesse.

Il questionario da compilare è abbastanza intuitivo con dei semplici quesiti. Ad esempio, il sistema chiede al contribuente se ha sostenuto determinate spese mediche, per sé o veterinarie, o se ha svolto lavoro di ristrutturazione a casa.

Altre domande sono se si ha un mutuo oppure qual è il proprio reddito, se è quello già indicato dall’Agenzia con il cittadino che dovrà confermare o apportare delle modifiche, utilizzando gli appositi campi della dichiarazione dei redditi.

Impostazioni privacy