Testamento, quanti e quali: tipologie, funzioni e dettagli, cosa sapere

Non sono tutti uguali e presentano varie differenze. Ecco quali tipologie di testamento esistono e cosa sapere.

Dopo la morte di Silvio Berlusconi tra l’opinione pubblica italiana è tornato prepotentemente il tema del testamento e della successione dei beni.

Testamento, quanti e quali
Esistono varie tipologie di testamento – Codiciateco.it

Si tratta di un argomento piuttosto complesso e variegato, che deve essere affrontato con delicatezza e grande conoscenza. Non tutti i testamenti sono uguali tra di loro ed esistono varie tipologie e funzioni che li differenziano. In questo articolo, quindi, cercheremo di fare un po’ di chiarezza su un tema tutt’altro che semplice.

Ecco quali sono i vari tipi di testamento

Quando si parla di testamento si intende un atto che viene utilizzato da una persona per “disporre di tutte le proprie sostanze o di parte di esse”. Fondamentalmente è un documento che permette di cedere i propri beni a terzi, che siano parenti, amici, conoscenti, associazioni, enti, ecc.

Ma come abbiamo detto, esistono vari tipi di testamento. Il primo è il testamento olografo. Questo viene redatto dal testatore e deve essere scritto per intero, con data e firma alla fine delle proprie disposizioni. Si tratta della soluzione più semplice ed economica in assoluto e può essere svolta anche in autonomia. Non serve l’intervento di un notaio e può essere conservato in casa propria.

Testamento, quanti e quali
Ecco quali sono le differenze tra le varie tipologie – Codiciateco.it

La seconda tipologia di testamento è quello pubblico. In questo caso è richiesto l’intervento di un notaio e di due testimoni. In questo contesto il testatore dichiarerà al notaio quelle che sono le sue volontà e il professionista creerà il testamento. Servirà poi la firma del notaio, del testatore e dei testimoni. Esiste poi il testamento segreto. Questo può essere scritto dal testatore o da un terzo. Nel primo caso questo dovrà essere sottoscritto al termine delle disposizioni testamentarie. Nel secondo caso servirà sottoscrivere “ciascun mezzo foglio, unito o separato”.

Esiste poi un’ultima tipologia di testamento. Si tratta del testamento speciale. Questa tipologia è valida solo quando il testatore si trova in pericolo di vita ed è quindi necessario che questo disponga i suoi averi. Questo testamento può essere redatto quando si è in un luogo in cui vi è un pericolosa malattia, in caso di calamità naturali o quando si è in pericolo su un mezzo come una nave o un aereo. La validità del testamento è comunque vincolata in base alla presenza o alla ricezione da parte di un notaio, dal conciliatore del luogo, dal comandante di una nave o di un aereo, o in presenza di due testimoni.

Impostazioni privacy