Sei in malattia e il medico non ti trova a casa: cosa succede

Nel momento in cui ricevo la visita fiscale e non sono a casa, che cosa succede? Ecco tutte le conseguenze previste dalla legge per casi analoghi.

Malato
Sono in malattia: cosa succede se il medico non mi trova a casa per la visita fiscale? Tutte le conseguenze (Codiciateco.it)

Di tanto in tanto, laddove le condizioni di salute sono tali per cui non è consigliato uscire di casa o comunque in cui non si possono reggere le pressioni del lavoro, è un diritto dei lavoratori non recarsi sul posto di lavoro. Chiaramente, però, dal momento che lo Stato provvede a pagare la giornata di paga, è necessario produrre un certificato medico che attesti l’effettiva condizione di disagio. Come funziona? Ovviamente l’elemento centrale è la visita fiscale. Un medico, infatti, ti raggiunge nella casa indicata nel tuo certificato di malattia per accertarsi che effettivamente sussiste una condizione di scarsa salute.

Chiaramente maggiore è il problema con il quale il dipendente si trova a fare i conti, maggiori saranno i giorni di cui avrà bisogno per riprendersi. Viceversa, talvolta può essere necessario anche un solo giorno. In entrambi i casi, però, c’è la possibilità che avvenga la visita fiscale, che avviene secondo delle modalità ben precise. Le fasce di reperibilità, infatti, in cui bisognerà farsi trovare a casa sono le seguenti: dalle 10:00 alle 12:00 del mattino e, nel pomeriggio, dalle 17:00 alle 19:00, quindi nel tardo pomeriggio. Queste fasce valgono sia nei giorni lavorativi che in quelli festivi. Ma cosa succede se il medico non mi trova a casa? La verità.

Visita fiscale: e se il medico non mi trova a casa?

Fonendoscopio
Cosa succede se il medico non mi trova a casa nella visita fiscale nelle fasce di reperibilità: ecco la verità (Codiciateco.it)

Le conseguenze in situazioni analoghe sono davvero molto importanti ed ovviamente a seconda della gravità della situazione possono aumentare anche le sanzioni. D’altronde, se sono note le fasce di reperibilità e si è in malattia, sarebbe difficile da spiegare l’assenza da casa durante la visita. Nel momento in cui avviene un caso del genere, il principale rischio incontro al quale si va è che l’INPS possa applicare una decurtazione rispetto all’indennità di malattia.

Chiaramente questa sanzione, come detto in precedenza, si fa sempre più complicata e grave con l’aumentare del numero di assenze alle visite fiscali in caso di malattia. Ma non è tutto. Nel momento in cui il datore di lavoro viene a sapere di questo comportamento, può chiedere delle spiegazioni. Se arriva a considerarlo un illecito disciplinare, allora potrebbe avviare un procedimento disciplinare. Che in alcuni casi può anche portare al licenziamento.

Assenza alla visita fiscale: come evitare sanzioni

Il discorso, ovviamente, non può valere per ogni contesto. Se, ad esempio, non sono a casa perché in quel momento sono fuori per una visita specialistica, allora dimostrando, tramite un apposito certificato, il perché della mia assenza evito, ovviamente, qualunque forma di conseguenza. Sia da parte dell’INPS che da parte del mio datore di lavoro.

Impostazioni privacy