Sai che puoi avere un mutuo anche dall’INPS? Come funziona

Mutuo Inps: come funziona, tutti i dettagli da tenere a mente, verifica se puoi ottenerlo, scopri i requisiti e le agevolazioni.

Puoi avere un mutuo anche dall'Inps
Scopri il mutuo INPS- codiciateco.it

Chi desidera richiedere un mutuo, oggi come oggi può farlo anche attraverso l’Inps, la durata può essere varia, in genere dai 10 ai 30 anni, a giocare un ruolo fondamentale chiaramente è l’età del richiedente. Il soggetto che farà la richiesta, non potrà avere più di ottant’anni, si tratta di un criterio applicato per far sì che il mutuo sia sostenibile in relazione all’età del richiedente.

Per quanto riguarda invece chi vuole investire sulla propria formazione o su quella dei propri figli, il limite massimo è fissato a 15 anni. Per ottenere il rimborso del mutuo l’Inps ha definito modalità precise, la rata sarà calcolata in base all’importo del finanziamento e al tasso di interesse che potrà essere fisso o variabile. Il pagamento delle rate avverrà tramite i canali PagoPa.

Mutuo Inps, tutti i dettagli

Interessi, tasso e informazioni
Mutuo con l’INPS, come funziona- codiciateco.it

L’Inps offre anche la possibilità di simulare il piano di ammortamento del mutuo, si tratta di uno strumento utile così da avere un quadro chiaro e dettagliato della propria situazione. Riguardo ai tassi di interesse l’Inps dà la possibilità di consultare sul proprio sito le tabelle aggiornate.

Anche riguardo il finanziamento è stato fissato un importo massimo per l’acquisto o la costruzione di un’abitazione ad esempio possono essere raggiunti i 300.000 €. Per quanto riguarda i lavori di manutenzione e ristrutturazione l’importo massimo scende a 150.000 €. Per l’istruzione il limite è a 100.000 € mentre per l’acquisto di box auto è di 75.000 €. La somma massima erogabile dall’Inps non supera il 100% del valore dell’immobile il prezzo di acquisto è definito nell’atto di compravendita.

Mutuo Inps, i requisiti e i chiarimenti

Per poter accedere al mutuo Inps, è necessario che chi lo richiede non possiede abitazioni sul territorio nazionale ad eccezione di immobili ereditati o ricevuti in donazione che non siano utilizzabili da almeno cinque anni, è inoltre possibile possedere una quota di proprietà immobiliare che non superi il 50% del valore dell’immobile.

Il muto dell’Inps si rivolge anche a chi ha perso l’abitazione principale a seguito di una separazione o a chi ad esempio possiede un immobile inagibile a causa di una calamità naturale. A non poter richiedere il finanziamento è chi ad esempio sta affrontando una procedura di sovraindebitamento. Ad essere esclusi sono anche i soggetti che hanno visto la risoluzione per motivi di morosità del mutuo precedente con l’Inps.

Impostazioni privacy