Redditi esenti: cosa sono e quali non devono essere dichiarati

Alcuni redditi non sono soggetti alle ritenute Irpef ma è giusto sapere quali sono per essere informati: ecco l’elenco completo in tal senso.

Reddito
Redditi esenti, ecco quali sono tutti quelli che rientrano in questo discorso (Codiciateco.it)

Siamo in una fase che per molti italiani, se non tutti, è molto delicata dal punto di vista sicuramente emotivo, ma in particolar modo economico. La dichiarazione dei redditi, infatti, in maniera del tutto inevitabile, rappresenta uno spauracchio per tutte le famiglie. Anche per quelle in cui ci sono lavoratori dipendenti, ma soprattutto per le cosiddette partite IVA. Vale a dire coloro che sono titolari di attività o che operano come liberi professionisti. Ci stiamo avvicinando, passo dopo passo al momento della dichiarazione dei redditi, vale a dire quella fase dell’anno in cui ciascun contribuente fa i conti con lo Stato.

Nel momento in cui ci si trova in una condizione di dover avere da parte del Fisco, allora le notizie sono anche positive. Si può, infatti, poi decidere se riscattare questo credito oppure se lasciarlo come fondo in vista, poi, di future passività ed uscite. Dal momento che da questo punto di vista la fase è davvero molto calda, è giusto ricordare a tutti i nostri lettori che alcuni redditi sono considerati esenti. Il significato lo si può intuire dalla stessa definizione. Si tratta, infatti, di entrate che non sono assoggettabili ad Irpef. Che banalmente non vengono tassati. Andiamo a vedere quali sono.

Redditi esenti: quali sono e di che si tratta

Portafogli
Redditi esenti e non assoggettabili ad Irpef: ecco quali sono (Codiciateco.it)

Si tratta, dunque, di situazioni in cui il lordo ed il netto, il principale problema di chiunque percepisca un reddito, non hanno grosse differenze tra di loro. Sui redditi sui quali adesso andremo a concentrare la nostra attenzione, infatti, non ci sono trattenute o ritenute da considerare. Le tasse banalmente non si pagano. I casi più importanti, anche in termini di popolazione coinvolta, sono le pensioni, partendo da quelle di invalidità civile e di accompagnamento fino ad arrivare a quelle di guerra. In questi casi, sui redditi in questioni, non andranno pagate le tasse.

Un altro elemento da tenere in considerazione tra i redditi esenti è rappresentato anche dalle borse di studio che vengono messe a disposizione degli studenti universitari. Rientrano in questi discorsi anche alcuni redditi erogati dall’INPS, come per esempio le indennità una tantum che viene corrisposta ai pensionati o l’assegno unico universale. Discorso a parte, invece, per il trading online o situazioni analoghe.

Redditi esenti: altri casi

Non è assoggettabile ad Irpef neanche una tredicesima mensilità di cui non ha goduto una persona defunta e che viene pagata agli eredi. Stesso discorso da fare anche a proposito delle rendite Inail.

Impostazioni privacy