Quanto consuma la tua casa? Dovresti saperlo per capire così come risparmiare

Quanto si consuma in casa e come conoscere il dato? La guida su come fare i conti per agire in modo mirato e risparmiare

Quanto consuma casa
Cosa sapere sul calcolo dei consumi a casa (Codiciateco.it)

Costi della bolletta eccessivi e necessità di ridurre le spese e dunque ottimizzare i consumi? Per fare un’operazione del genere la prima cosa da fare è capire quanto consuma la casa. La domanda giusta è quindi: quanti kWh si consumo al giorno in casa?

Un check che può essere fatto monitorando le abitudini giornaliere di una famiglia ma anche il tipo di elettrodomestici e devices che vengono utilizzati e come. Una volta fatta questa analisi si possono mettere in atto buone pratiche di risparmio.

Quanto si consuma in casa: i numeri che conosciamo

Quanto si consuma casa
Calcolo consumi in casa (Codiciateco.it)

In media una casa che è abitata da una coppia consuma, secondo i dati dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, 2.200 kWh ogni anno con l’utilizzo di elettrodomestici più o meno standard che oggi sono presenti in quasi tutte le case italiane: un televisore, un frigorifero, lavatrice, lavastoviglie, computer, scaldabagno elettrico e almeno due condizionatori.

Per una sola persona i consumi si abbassano con 3-4 kWh al giorno per un totale di 1.100-1.500 kWh all’anno. Le famiglie più numerose ripostano cifre maggiori ovviamente con un consumo annuo di circa 2.700 kWh.

Questi primi dati aiutano a dare già una prima idea di quelli che possono essere i consumi per una famiglia tipo e che conduce una vita “normale”. Molto induce l’uso degli elettrodomestici che ci danno una mano nella vita di tutti i giorni: lavastoviglie, lavatrice e frigorifero a cui si sommano quelli per gli impianti elettrici e per il riscaldamento o raffreddamento della casa.

Come ridurre i consumi di casa

Abbassare i consumi di ogni casa è possibile mettendo in atto piccole accortezze e buone condotte quotidiane che dicono no agli sprechi. Basta davvero poco per vedere i consumi in bolletta abbassati. Questi si possono monitorare già tramite il contatore elettrico o anche con appositi strumenti di misurazione.

Utilizzando la modalità “eco” degli elettrodomestici, lampadine a led anziché le tradizionali, evitare di lasciare gli impianti ed i device in modalità stand-by aiuta a risparmiare tantissimo sui consumi di energia e questo fa abbassare la bolletta e dunque i consumi. Piccolezze che sembrano delle cose sciocche e che, invece, a lungo andare creano la differenza come anche impostare la temperatura media in casa mantenendola costante o ridurre il tempo di apertura e di volte durante al giorno del frigorifero, evita dispersioni che contano.

Impostazioni privacy