Pensione, quando presentare la domanda per poterla richiedere

Quando bisogna presentare domanda per la pensione? è la domanda che si fanno tutti i lavoratori in dirittura d’arrivo: le tempistiche.

Domanda di pensione
Domanda di pensione (Codiciateco.it)

A un certo punto, a fine carriera, ogni lavoratore si pone la fatidica domanda: “Quando bisogna presentare domanda per la pensione?”. Si deve fare richiesta di pensione a ridosso del raggiungimento dei requisiti maturati, ma si può effettuare anche dopo. Sembra una domanda banalissima, eppure la burocrazia italiana, famosa per le sue tempistiche abnormi, richiede passaggi e tempistiche precisi.

In tema di previdenza, tra mille regole e mille limitazioni, occorre essere informati, ed è sempre meglio sapere determinate informazioni prima di agire. Rivolgersi a un consulente è la cosa migliore da fare, ma ci si può organizzare anche da soli, se si comprende bene la materia. Inoltre, l’INPS è totalmente disinteressato al cittadino, quindi non si cura se questo perde soldi o impazzisce nel reperire informazioni.

Tempistiche su quando presentare domanda per ottenere la pensione

Anziano calcola quanto prenderà di pensione
Anziano calcola quanto prenderà di pensione (Codiciateco.it)

Soltanto in caso di pensione di vecchiaia, è l’INPS stessa ad emettere l’avviso per la presentazione della domanda. Per tutto il resto, è il lavoratore a doversi informare per bene. In realtà, non esiste un termine preciso per presentare domanda di pensionamento, si può presentare istanza all’INPS in qualsiasi momento, sia prima che dopo la maturazione dei requisiti necessari.

Naturalmente, se non si sono maturati i requisiti necessari, l’INPS respingerà la domanda. La prima cosa fa fare, dunque, è quella di informarsi per bene una volta compiuti i 60 anni, in modo tale da scoprire se sono da prendere in considerazione le varie tipologie di pensionamento anticipato o di quello ordinario. Non è semplice districarsi nella giungla dell’ordinamento previdenziale.

Ricordiamo che la pensione di vecchiaia, ossia quella ordinaria, si raggiunge a 67 anni di età e con almeno 20 anni di contributi. Per le pensioni anticipate, come Ape Sociale, Precoi, Usuranti, occorre dare uno sguardo a tutti gli incastri possibili. Insomma, non è semplice dare una risposta definitiva alla domanda iniziale.

Verificare i requisiti prima di fare domanda certa

Tra l’altro, ci sono alcuni dipendenti che hanno vincoli temporali, come ad esempio i dipendenti delle scuole, la cui domanda deve essere effettuata entro la fine di ottobre dell’anno precedente, o entro la fine di febbraio dell’anno in corso. Esaminare bene i requisiti necessari per andare in pensione è essenziale.

Per fare richiesta di pensionamento per la pensione di vecchiaia, si può effettuare la domanda a ridosso del compimento dei 67 anni. Per la pensione anticipata, che si ottiene con 42 anni e 10 mesi di contributi (un anno in meno per le donne), vale la stessa regola. Comunque sia, come accennato, la domanda si può effettuare in qualsiasi momento.

Se nel settore autonomo il lavoratore può continuare a lavorare anche una volta scaduti i termini per i contributi necessari, nel settore pubblico è diverso. In tal caso, c’è l’obbligo di cessazione del servizio. Ad esempio, militari e Forze dell’Ordine vanno in pensione tra i 60 e i 65 anni di età. Insomma, per non sbagliare, forse è bene chiedere la pensione poco prima del raggiungimento dei requisiti.

Impostazioni privacy