Mutuo assicurato in caso di morte o malattia, perché è fondamentale

Una polizza per blindare il mutuo e stare tranquilli in casi di imprevisti. Il costo basta anche il 2% senza gravare di più sulle spese bancarie.

assicurazione sul muto cos'è e cosa copre
L’assicurazione sul mutuo per stare tranquilli in caso di imprevisti (CodiciAteco.it)

L’acquisto di una casa e in generale di un’immobile resta l’investimento preferito dagli italiani, nonostante il caro mutui e gli esorbitanti prezzi al metro quadro raggiunti in alcune grandi città. Queste due ragioni, unite al clima di incertezza che si viene spesso a creare in periodi di crisi economica come quella che stiamo vivendo, può essere utile attivare un’assicurazione sul mutuo al momento della firma.

Le assicurazioni mutuo sono polizze che intervengono in caso di imprevisti e la compagnia con cui si è stipulata l’assicurazione si impegna a pagare il prestito stipulato al momento dell’acquisto della casa. Si tratta di una pratica forma di garanzia tanto per il mutuatario, che in caso di impedimento non perde l’immobile, quanto per la banca che si vede restituito il prestito effettuato. Proprio come qualsiasi polizza, anche quella per il mutuo ha una sua versione “base” a cui si possono aggiungere diverse opzioni, cerchiamo di capire quali sono quelle più convenienti.

Polizze mutuo, i vantaggi e tutte le opzioni attivabili

assicurazione sul mutuo vantaggi e cosa mettere
I vantaggi e le opzioni da inserire nella polizza mutuo (CodiciAteco.it)

Non è obbligatorio sottoscrivere una polizza sul mutuo. La normativa in materia, infatti, chiarisce che nessun istituto di credito può vincolare l’erogazione di un mutuo all’attivazione di una polizza, così come in caso di decisione il mutuatario non è obbligato ad attivare l’assicurazione con la banca che ha concesso il mutuo. Infine, possono attivare una polizza mutuo sia i nuovi mutuatari sia coloro che sono già in possesso di un mutuo.

Per quanto riguarda il costo di un’assicurazione mutuo, c’è da dire che questa raggiunge in media circa il 5% del mutuo erogato con picchi che possono toccare anche il 12%. In ogni caso comunque è il mutuatario a decidere la tipologia di assicurazione da attivare e di conseguenza quanto questa debba influire; in altre parole può bastare anche una semplice polizza a garanzia (per esempio in caso di morte del mutuatario, che si ferma al 2%.

Altra possibilità di assicurazione è quella sull’invalidità totale permanente e caso di morte. In questo caso la polizza garantiscono che chi contrae il mutuo riesca in ogni caso a completare il versamento delle rate. Così come può essere utile inserire una copertura per la perdita di impiego, così anche in caso di perdita improvvisa del lavoro il pagamento delle rate del mutuo non salta.

Non può essere comunque tutto rose e fiori, ai diversi vantaggi sopracitati ci sono almeno due criticità; solitamente non viene assicurato il 100% dello stipendio e la durata, normalmente, è limitata nel tempo.

Polizza mutuo obbligatoria

Rispetto a quanto detto all’inizio e cioè che l’attivazione delle polizze mutuo sono facoltative, è bene sapere che l’unica assicurazione obbligatoria da sottoscrivere è quella riguardante il furto e incendio. Questa permette di recuperare il credito in caso di totale distruzione dell’immobile e allo stesso tempo libera il sottoscrittore dai vincoli del mutuo. Inoltre garantisce un rimborso pari al costo di ristrutturazione e l’estensione del debito in caso di gravi danneggiamenti, come può succedere nel caso di particolari agenti climatici. Il premio in questo caso si attesta sui 60-80 euro l’anno.

Impostazioni privacy