Intesa, l’opzione che ti fa recuperare i soldi di un bonifico fatto

Sei clienti Intesa SanPaolo? C’è un’opzione estremamente comoda che forse nemmeno conosci: fai un bonifico e… recuperi subito i soldi

Intesa SanPaolo
Sei cliente Intesa SanPaolo? C’è un modo per recuperare i soldi di un bonifico – CodiciAteco.it

Quanto sarebbe bello se potessimo recuperare in pochi secondi dei soldi appena spesi? Sarebbe un sogno, considerando che potremmo così ottenere qualsiasi cosa desiderata e senza alcun limite potenziale. Un qualcosa di fantascientifico ovviamente, ma un pizzico di verità in tale utopia in verità ci sarebbe eccome per una serie di clienti tra cui in particolare Intesa SanPaolo che rappresenta da anni un assoluto punto di riferimento per gli italiani che di recente è stato al centro della cronaca per il passaggio a Isybank per molti clienti.

Del resto la vita si sta facendo sempre più complicata sul piano finanziario, con spese sempre più incalzanti specialmente in questo periodo storico che tra aumenti e costi enormi stanno mettendo sempre più pressione alle famiglie. Risultato? Queste si ritrovano sempre più alle strette e, man mano, con meno risparmi da parte per poter tener botta alle vicissitudini quotidiane. A sostegno di questi tempi complicati stanno però nascendo nuove forme di sostegno delle banche, come la possibilità di rateizzare le spese di Intesa SanPaolo.

Intesa San Paolo, sai che puoi recuperare i soldi… di un bonifico?

logo Intesa SanPaolo
Cosa puoi fare con Intesa SanPaolo se hai bisogno di soldi – CodiciAteco.it

Ciò che molti clienti potrebbero ignorare, non avendo mai usufruito di questa opzione, è che l’opzione rateizzo non è solo per gli acquisti in generale effettuati con carta ma volendo anche per i bonifici effettuati. Immaginate di dover emettere un pagamento di 500€: con questa possibilità, dopo aver inviato il bonifico, avreste di nuovo e in pochi secondi la cifra sul conto che risulterebbe però regolarmente inviata a chi di dovere. Il pagamento è fatto, poi il discorso si limita tra cliente e banca: la cifra va successivamente restituita in rate, che vanno da 3 a 48 per un minimo di 200 euro a un massimo di 2.500€ e in base alle proprie preferenze, a partire dal mese successivo.

L’operazione non è a tasso zero ma poche decine di euro possono essere un compromesso accettabile per alleggerire la pressione e avere liquidità necessaria in tasca soprattutto in momenti di emergenza. Serve rispondere ad alcune domande stesso tramite app e caricare la busta paga o documentazione che attesti un reddito per avere esito in pochi istanti con successivo accredito. Come avrete sicuramente notato, in ogni singola operazione un po’ più corposa appare in automatico la scritta “rateizza” accanto. Basta cliccare lì per avviare l’iter.

Conto corrente, le novità a favore dei clienti

Una volta pagata l’ultima rata di un prestito, il plafond concesso si ricaricherà e si potrà – all’occorrenza – nuovamente beneficiare di tale sostegno. Del resto in tempi così duri, innegabilmente, risparmiare e spalmare le spese diventa una doppia uscita di emergenza fondamentale per vivere serenamente e senza dover fare rinunce estreme. Ma stanno man mano comparendo tra le banche sempre più opzioni comfort per sostenere economicamente  i clienti, come Isybank che tra le varie novità garantisce per esempio “l’anticipo stipendio” anche anche diventa un’arma preziosa nei mesi più provanti di un anno carico di spese. 

Impostazioni privacy