In arrivo assunzioni pubbliche a tempo indeterminato, 20.000 posti disponibili: quando esce il bando e chi può partecipare al concorso

Concorso docenti, obiettivo 20 mila assunzioni entro il 2024. Ecco a chi si rivolge il DPCM firmato Governo Meloni.

Nell’informativa con i sindacati, Il Ministero dell’Istruzione e del Merito ha presentato i bandi dei primi concorsi PNRR per insegnanti, che riguardano ogni ordine e grado, per un totale di oltre 30.216 posti, di cui circa 20 mila per la sola scuola secondaria, così come stabilito dal decreto che autorizza le assunzioni per il prossimo anno scolastico.

Concorsi scuola 2023
Concorso scuola 2023: 20 mila posti disponibili (Codiceateco.it)

La procedura concorsuale è riservata agli insegnanti con 3 anni di servizio, a chi possiede l’abilitazione e ai laureati in possesso di 24 cfu. Ma vediamo nel dettaglio le ultime notizie sul concorso straordinario 2023, i relativi requisti di accesso, quando esce il bando ed ogni altra informazione che sia utile sapere.

Concorso straordinario ter 2023: tutto quello che c’è da sapere

Il concorso straordinario ter si fa sempre più vicino: nell’attesa della pubblicazione del relativo bando ieri, 29 Novembre, ha pubblicato i decreti con i programmi e le tabelle dei titoli. Nel corso dell’informativa con i Sindacati, inoltre, il Ministero ha dato ulteriori dettagli sulle tempistiche della assunzioni del primo concorso e degli altri due attesi. Il primo concorso atteso entro il 2023, bando di pubblicazione a breve, è quello destinato ai docenti di scuola secondaria, infanzia e primaria. Sono poi previsti un secondo concorso entro settembre/ ottobre 2024 e un terzo entro agosto 2025. 

Concorso scuola 2023
Concorso scuola 2023: tutto quello che c’è da sapere.(Codiceateco.it)

Come anticipato, i posti messi a concorso per la scuola secondaria sono complessivamente 20.575, di cui 7.646 nella secondaria di I grado, e 12.929 nella secondaria di II grado. Un obiettivo sicuramente ambizioso se si considera che non si esclude che i posti possano aumentare, data la richiesta di un aumento di posti per immissioni in ruolo quest’anno avanzata dal Ministero. La principale novità è, poi, l’apertura del concorso anche ai non abilitati. Fino al 31 dicembre, ovvero fino al termine della fase transitoria, le procedure concorsuali sono aperte anche ai docenti senza abilitazione.

Per accedere ai posti comuni della scuola secondaria i candidati devono essere alternativamente in possesso di: laurea (magistrale, a ciclo unico o diploma di II livello di alta formazione artistica, musicale o coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato riconosciuto e coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso e 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche, conseguiti entro il 31 ottobre 2022) o, ancora, servizio nelle istituzioni scolastiche statali di almeno tre anni anche non consecutivi ( occorrerà aver svolto almeno un anno di servizio nella specifica classe di concorso per la quale si concorre). Per qualsiasi altra informazione non ci resta che attendere i dettagli nel bando pubblicazione.

Impostazioni privacy