Impianto di riscaldamento autonomo o centralizzato: ecco le strategie furbe per risparmiare, davvero, e riscaldare ogni angolo della casa

Grazie a queste strategie (che funzionano sia con riscaldamento autonomo che centralizzato) potrai risparmiare davvero.

Le famiglie che dovranno affrontare l’inverno anche tenendo a bada le spese possono contare su diversi metodi che vanno a loro vantaggio.

Impianto di riscaldamento autonomo o centralizzato: le strategie per risparmiare
Ecco quali sono le migliori strategie per risparmiare – Codiciateco.it

Tra questi ci sono sicuramente alcune strategie – valide sia per chi ha in casa un impianto di riscaldamento autonomo, sia per chi lo ha centralizzato – che ti permettono di non spendere troppo. Se sei interessato continua con la lettura, perché ti suggeriremo dei metodi che andranno a ridurre i tuoi costi in bolletta. Ecco come fare.

Le strategie per risparmiare sul riscaldamento

Che si tratti di riscaldamento autonomo o centralizzato, esistono delle strategie che ti permettono di risparmiare e ridurre gli importi sulla bolletta. Già con i primi freddi, infatti, molte famiglie preferiscono accendere i termosifoni per poter riscaldare al meglio la propria casa. Chi vive in un condomino con riscaldamento centralizzato non dovrà preoccuparsi di accenderli, in quanto questo accadrà in maniera automatica in base alle normative di riferimento, oltre alle decisioni prese in assemblea condominiale. Coloro che vivono in un’abitazione singola con riscaldamento autonomo, invece, potrà decidere quando iniziare ad accendere i propri caloriferi e per quanto tempo durante la giornata. In entrambi i casi esistono strategie che ti faranno risparmiare.

Impianto di riscaldamento autonomo o centralizzato: le strategie per risparmiare
Utilizza queste impostazioni per il tuo riscaldamento – Codiciateco.it

Immobiliare.it ha realizzato alcune stime secondo cui in una casa di 100 metri quadri con una caldaia tradizionale da 24kW, quindi non a condensazione, sarà possibile ottenere energia termica di 9,6 kWh da 1 metro cubo di gas. Il consumo varierà in un’ora tra i 2 e i 12kWh, ovvero all’incirca tra gli 0,20 e 1,25 metri cubi di gas. Questo vuol dire che il consumo sarà di circa 1,3 euro all’ora in media. Ma è bene tenere a mente che una caldaia  che resta accesa per più ore non opera sempre al massimo della sua potenza, quindi tenere spenti i termosifoni, per poi riaccenderli quando sono di nuovo freddi, ci costerà più potenza e, quindi, denaro.

Alla luce di quanto detto, la migliore strategia per ottimizzare l’uso del riscaldamento e, quindi, risparmiare il più possibile, è mantenere i termosifoni accesi per molte ore durante la giornata. La caldaia si spegnerà automaticamente non appena raggiunta la temperatura decisa con le impostazioni, lavorando poi alla minima potenza. Tuttavia, è importante fare in mood che si utilizzino dei metodi ingegnosi. Il consiglio, infatti, è quello di impostare una temperatura fissa ad un massimo di 19 gradi. Ovviamente ricordiamo di chiudere i termosifoni nelle stanze che non stiamo utilizzando, in modo da sprecare sempre meno energia.

Impostazioni privacy