Gruppo Intesa SanPaolo, in arrivo la lettera di Isybank: clienti davanti a un bivio

Arriverà presto una nuova lettere di Isybank che riguarderà una migrazione dei clienti appartenenti a Intesa SanPaolo.  I dettagli.

Dopo quanto accaduto alcuni mesi fa per i clienti di Intesa Sanpaolo, che si sono ritrovati migrati verso un’altra banca senza la possibilità di tornare al loro conto originale, l’Antitrust è intervenuta a difesa dei consumatori. Ma cosa è successo e cosa sta cambiando ora? È arrivato infatti il momento per i clienti di decidere cosa fare.

Intesa San Paolo migrazione clienti
Migrazione clienti Intesa (Codiciateco.it)

I clienti di Intesa Sanpaolo hanno ricevuto una notifica importante sul passaggio previsto a Isybank il prossumo 18 marzo. Questo annuncio segna l’inizio di un nuovo capitolo nel loro rapporto con la banca. Chi desidera aderire a Isybank deve fornire il proprio consenso entro il 29 febbraio, mentre il trasferimento sarà effettivo dal 18 marzo per coloro che hanno accettato o non hanno espresso preferenze.

Migrazione dei clienti da Intesa SanPaolo: cosa c’è da sapere

Intesa Sanpaolo ha sottolineato i vantaggi del passaggio. Un documento informativo illustra le condizioni migliori che Isybank offre ai suoi clienti. Ad esempio, per i clienti sotto i 35 anni, è stata promessa una riduzione dei costi al superamento di questa età. Ciò fa parte della strategia di Intesa Sanpaolo per rendere Isybank una scelta allettante e conveniente.

Migrazione clienti intesa
Intesa San Paolo (Codiciateco.it)

Per i clienti che desiderano rifiutare il passaggio a Isybank, la procedura è chiara e diretta. Dopo aver letto il documento informativo, possono semplicemente selezionare l’opzione di rifiuto. Questa decisione viene poi confermata con una notifica, garantendo trasparenza e controllo ai clienti nella gestione delle loro preferenze bancarie.

Intesa Sanpaolo ha agito in conformità con le direttive dell’Antitrust, assicurando che il passaggio dei clienti a Isybank rispetti il Codice del Consumo. Questo passo è fondamentale per mantenere la fiducia e la trasparenza con i suoi clienti.

Tuttavia, a metà del 2023, Intesa Sanpaolo ha identificato circa 2,4 milioni di clienti con un’attività prevalentemente digitale per i quali è stato necessario un intervento dell’Antitrust a causa di una procedura leggermente diversa per il loro trasferimento a Isybank. Con questa nuova procedura, il gruppo punta a migliorare la comunicazione del trasferimento, per rendere i clienti consapevoli e per un iter trasparente e corretto.

L’entrata di Isybank nel panorama bancario rappresenta l’importanza che Intesa Sanpaolo attribuisce all’innovazione tecnologica. Infatti non è solo una banca digitale, ma rappresenta un nuovo modo di concepire il servizio bancario, più in linea con le aspettative di un pubblico sempre più connesso e tecnologicamente avanzato. Con Isybank, Intesa Sanpaolo mira ad offrire un’esperienza utente semplificata, dove le operazioni bancarie possono essere gestite con facilità e sicurezza da qualsiasi dispositivo.

Un altro aspetto chiave di Isybank è l’impegno verso la sostenibilità e la responsabilità sociale. La digitalizzazione dei servizi riduce l’uso di carta e promuove pratiche aziendali più sostenibili. Inoltre, si propone di essere inclusiva e accessibile, ponendo particolare attenzione alle esigenze di tutti i segmenti della popolazione.

Nell’era digitale, la sicurezza delle transazioni e dei dati personali è una preoccupazione primaria. Isybank si impegna a utilizzare le più avanzate tecnologie di sicurezza per proteggere i propri clienti, garantendo che la loro esperienza bancaria sia non solo conveniente ma anche sicura.

Impostazioni privacy