Fondo garanzia dello Stato per acquisto prima casa: come funziona

Buona notizia in arrivo per chi desidera comprare casa: adesso tutti possono finalmente compiere il grande passo, accedendo al Fondo garanzia dello Stato. 

fondo garanzia dello stato acquisto prima casa
Fondo Garanzia dello Stato: come funziona (Codiciateco.it)

In tanti sognano di comprare casa, ma troppo spesso si tratta di una manovra fuori portata economica. Non è sempre facile mettere da parte i soldi necessari o riuscire ad ottenere un mutuo dalla banca (si può ottenere un mutuo anche senza garante?). In ogni caso, non tutti sanno che esiste la possibilità di avvalersi di un’agevolazione statale dedicata proprio a chi desidera compiere il grande passo.

I futuri beneficiari dell’aiuto economico potranno ottenere una casa di proprietà con la garanzia dello Stato. E’ rivolta a chi non possiede i requisiti per ottenere un mutuo e non ha disponibilità economica sufficiente per investire in un immobile. Ovviamente, vivere in un appartamento in affitto non costituisce un passo verso la costruzione di una certezza e una solidità per il proprio futuro. Al contrario, acquistare casa sicuramente rappresenta un investimento per sé stessi. Proprio per questo, lo Stato ha scelto di intervenire.

Fondo Garanzia dello Stato: come funziona

fondo garanzia stato
Come acquistare casa con la garanzia dello Stato (Codiciateco.it)

Lo Stato, con questa mossa istituita presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze con la legge 27 dicembre 2013, sceglie di aiutare le giovani coppie ad acquistare la loro prima dimora. Il Fondo Garanzia serve per aiutare ad ottenere un mutuo che abbia come finalità l’acquisto e la ristrutturazione di un immobile, che non devono superare i 250mila euro totali.

Si tratta di un fondo gestito da CONSAP e destinato alle coppie già conviventi o sposate che costituiscono da almeno due anni un nucleo familiare. Possono comunque accedervi anche nuclei familiari monogenitoriali con a carico figli minori; ragazzi con meno di 36 anni; affittuari di alloggi di proprietà degli istituti autonomi per le case popolari. Sul sito di CONSAP è possibile procedere con la compilazione telematica del modulo apposito che servirà alla verifica dei requisiti.

Chi vedrà la proposta accettata, riceverà da parte dello Stato la copertura del 50% del valore dell’immobile, alzata fino all’80% se l’ISEE non supera i 40mila euro annui e si richiede un mutuo superiore all’80% del prezzo d’acquisto di casa, o fino al 90% se a richiedere l’agevolazione sono nuclei familiari che contano da tre ad oltre 5 figli a carico di età inferiore ai 21 anni con un ISEE che non supera i 50mila euro annui e richiedono un mutuo superiore dall’80% del valore dell’immobile.

Per usufruire dell’agevolazione, è importante che il richiedente non sia già proprietario di altri immobili ad uso abitativo (anche all’estero), a meno che non li abbia ereditati e ceduti in uso gratuitamente a genitori o fratelli. L’immobile oggetto della richiesta deve essere adibito ad abitazione principale e non deve rientrare tra le seguenti categorie: abitazioni signorili, ville, castelli, palazzi. Non può altresì avere caratteristiche di lusso.

Impostazioni privacy