Divorzio, quanto chiedere per il mantenimento: calcolare l’assegno è facilissimo

Quando una coppia si separa, arriva il momento della richiesta di mantenimento. Ecco come si fa a calcolare l’assegno.

Uno dei passi più importanti per la vita della gran parte delle persone è il matrimonio. Si tratta di un’occasione davvero speciale nella vita di una persona, in quanto segna un vero e proprio rito di passaggio tra la vita prima e la vita dopo.

divorzio, come calcolare l'assegno di mantenimento
divorzio, come calcolare l’assegno di mantenimento-codiciateco.it

È un passo molto importante, che si fa quando ci si sente pronti a intraprendere un cammino tale, che la coppia diventa a tutti gli effetti un tutt’uno anche di fronte alla legge, trasformandosi in un vero e proprio nucleo familiare. In effetti, il matrimonio ha un valore simbolico molto importante e si tratta di una di quelle giornate, che si ricordano per tutta la vita. 

Sono tantissime le sfaccettature e gli aspetti di questa celebrazione, a partire dal momento della proposta, per arrivare alla pianificazione di questo evento speciale, fino alla giornata in sé. Un mix di situazioni ed emozioni, che segnano l’inizio di una nuova vita. Quando ci si sposa, non si vorrebbe mai che l’unione con il proprio marito o la propria moglie, si rovini, fino ad arrivare a una rottura definitiva, che è spesso sancita dal divorzio. Quando questo avviene, effettivamente, è come se si attraversasse un vero e proprio lutto, perché ci si rende conto che qualcosa di importante, nelle nostre vite, è morto per sempre. 

Aldilà del sentimento in sé, ci sono anche tutta una serie di questioni che vanno risolte, a partire dal mantenimento. Spesso e volentieri, su questa questione ci sono tantissimi dubbi, ma in verità, calcolare l’assegno diventa davvero facile con questo metodo. 

Divorzio: ecco come calcolare l’assegno di mantenimento 

Calcolare l’assegno di mantenimento, può essere un’operazione che ci mette in difficoltà, in quanto non si ha idea di quanto si possa chiedere. Motivo per cui, in questo modo sarà davvero semplice sapere come calcolarlo nello specifico.

divorzio, come calcolare l'assegno di mantenimento
divorzio, come calcolare l’assegno di mantenimento-codiciateco.it

Soprattutto, nel momento in cui vi sono i figli, per poter calcolare l’assegno di mantenimento si devono osservare tutta una serie di fattori specifici. Se il coniuge è affidatario dei figli e ottiene la casa coniugale, ma non ottiene alcun mantenimento per sé, allora vi sono diverse casistiche. Se il figlio è solamente uno, allora si ha diritto al 25% del reddito. Con due figli, l’assegno di mantenimento sarà pari al 40% del reddito. Se i figli sono tre, allora si arriva ad una percentuale del 50% del reddito. A queste percentuali, si aggiungono le spese straordinarie, che solitamente si dividono a metà tra i due genitori.

Nel caso in cui, al coniuge affidatario siano assegnati sia la casa coniugale, che un assegno per il proprio mantenimento, allora per il mantenimento di un figlio, la legge stabilisce una cifra pari ad un quinto del reddito. Per due figli, si percepisce un terzo del reddito. Con tre figli, l’assegno è di due quinti del reddito. Anche in questo caso, per quanto riguarda le spese straordinarie, queste sono da dividere a metà tra i due coniugi.

Impostazioni privacy