Digitale terrestre, switch-off RAI: canali, data e come capire se devi cambiare Tv

Digitale terrestre, nuovo cambiamento all’orizzonte per quanto riguarda i canali RAI: ecco quando avverrà, i canali riguardanti e cosa sapere sulla tua Tv

rai
Ancora novità digitale terrestre, cosa sapere – CodiciAteco.it

Continua il processo evolutivo della televisione italiana e la Rai ha fissato una data ufficiale per il tanto atteso passaggio al nuovo digitale DVB-T2: il 1° settembre. Sembrava dovesse avvenire in anticipo il nuovo passaggio tecnologico, precisamente lo scorso 10 gennaio, e invece è stata presa questa decisione soprattutto in ottica di due grandi eventi trasmessi dalla Tv di Stato: gli Europei di calcio e i Giochi Olimpici. Niente scherzi però considerando la posta in palio. Così per evitare che le tv di numerose famiglie potessero andare a nero – classico imprevisto di tali passaggi tecnici come abbiamo già visto in questi anni – durante due eventi del genere, l’intervento è stato rinviato dopo i principali mesi estivi.

Ad annunciarlo precisamente è stato Stefano Ciccotti, ex amministratore delegato di RAI Way e attuale Chief Technology Officer della Rai. Il dirigente ha spiegato che il processo convertirà il multiplex B in DVB-T2, con l’inserimento dei doppioni di RAI 1, RAI 2 e RAI 3 per testare se il segnale in DVB-T2 si trasmette davvero in maniera più efficiente rispetto al precedente standard DVB-T1. I tre canali principali saranno quindi trasmessi in simulcast, cioè in entrambi gli standard DVB, al fine di effettuare dei test approfonditi e di confronto.

Digitale terrestre, aggiornamento canali RAI

sigla RAI
Digitale terrestre, novità per i canali RAI: quali – CodiciAteco.it

I tecnici di RAI Way, per farsi trovare preparati, si recheranno in particolare nelle zone dove nei mesi scorsi sono stati riscontrati i maggiori problemi di ricezione, soprattutto durante i mesi caldi dell’anno. L’obiettivo, questa volta, è non creare situazioni di disagio per gli abitanti del posto ma far sì che possano subito riallinearsi dopo questo nuovo passaggio che porterà a una miglioria ulteriore della qualità di trasmissione e ricezione.

È stata anche confermata la lista dei canali che saranno trasmessi nel MUX B, che comprende 15 canali tra cui RAI 4, RAI 5, RAI Scuola, RAI Play e altri. Ecco precisamente l’elenco:

  • RAI 4 – LCN 21
  • RAI 5 – LCN 23
  • RAI Scuola – LCN 57 e 146
  • RAI Play – LCN 201
  • RAI Radio 2 Visual – LCN 202
  • RAI Play Sound – LCN 203
  • RAI 1 HD – LCN 501 – Simulcast
  • RAI 2 HD – LCN 502 – Simulcast
  • RAI 3 HD – LCN 503 – Simulcast
  • RAI Premium HD – LCN 525
  • RAI Gulp HD – LCN 542
  • RAI Yoyo HD – LCN 543
  • RAI Storia HD – LCN 554
  • RAI Sport HD Test HEVC – LCN 558
  • RTV San Marino – LCN 831

Switch off, chi dovrà cambiare televisione?

Considerando questo nuovo cambiamento all’orizzonte, molti si chiedono se il loro televisore sarà adatto o meno a questa nuova tecnologia. La risposta dovrebbe essere implicitamente positiva a meno che non si tratti di un televisore di vecchia data supportato in questi ultimi anni da un ‘potenziatore’. Dal 1° gennaio 2017, infatti, per legge i dispositivi in vendita dovevano essere per forza dotati di sintonizzatore DVB-T2 HEVC.  Questo significa che chi ha acquistato un nuovo televisore da inizio 2017 in avanti può stare tranquillo, poiché non dovrà intervenire per un pronto cambio in salotto, in cucina o in altre stanze.

Impostazioni privacy