Bonus zanzariere, servono per forza i lavori a casa o anche senza?

Anche per il 2024 è confermato il bonus zanzariere, così da dare sollievo per un’estate in casa senza continue e fastidiosissime punture: servono per forza lavori edili per averlo? Scopriamolo 

bonus zanzariere
Bonus zanzariere 2024, si può avere anche senza lavori? La verità sull’aiuto – CodiciAteco.it

L’estate sembrava ormai alle porte in Italia. Almeno al Sud. Poi c’è stato un doppio dietrofront: prima l’accenno estivo è rientrato nella sua precedente versione primaverile, poi a tratti anche in quella autunnale con un freddo a sorpresa e con piogge anche intense che hanno riguardato l’intera Penisola. Tuttavia è ormai solo questione di tempo prima che il caldo torni ad affacciarsi sul territorio italico e accompagni dritti verso quello che per molti, lecitamente, è il periodo più bello dell’anno: l’estate. Anche perché è sinonimo di vacanze, spiaggia e relax assoluto.

Ci sono solo due problemi che tormentano in questo periodo, così grandi che per molti tale stagione finisce per essere indigesta: da una parte il caldo terribile che ne deriva, dall’altro le zanzare. E uno è collegato all’altro. Se il calore può essere piacevole per chi è in spiaggia o in piscina a rinfrescarsi a comando, decisamente meno è per coloro che sono in casa – magari senza condizionatori – e che sono costretti anche a lavorare nei giorni più caldi dell’anno. E nel frattempo combattere con questi insetti che pungono di continuo e dando un fastidioso prurito ininterrotto.

Bonus zanzariere, servono per forza i lavori a casa?

bonus zanzariere
Bonus zanzariere 2024: come funziona nello specifico – CodiciAteco.it

Insomma, messa così, il quadro non è in effetti idilliaco. Ma può sensibilmente migliorare se si vive in un appartamento dove ci sono i climatizzatori e delle valide zanzariere così da permetterci anche, in alternativa per salvaguardare anche i costi in bolletta, di aprire serenamente le finestre senza il terrore di ritrovarci poi travolti dalle zanzare in casa. A tal proposito anche quest’anno, tra i vari a disposizione inseriti nell’ultima legge di bilancio, c’è il bonus zanzariere. Ma cosa serve per ottenere questa agevolazione?

La premessa è che non si tratta di uno specifico bonus zanzariere, piuttosto parliamo di una detrazione che fa parte di un’ampia gamma dove sono previsti anche interventi per la riqualificazione energetica di un edificio ove è compreso – per esempio – anche un sostegno per l’acquisto di tende da sole. Le zanzariere devono essere permanenti, devono funzionare anche da schermatura al sole e ovviamente con la certificazione CE: nel caso in cui vi siano tutti i requisiti, è possibile ottenere un rimborso per l’acquisto e l’istallazione pari al 50% del costo e fino a un massimo di 6.000€.

Poiché tale intervento fa parte dell’ecobonus di quest’anno, sono inevitabili dei lavori edili per poter aver accesso a tale opportunità: senza interventi non sarà possibile averlo. A quel punto bisognerà solo mettere mano al proprio portafogli o dirottare purtroppo su soluzioni offerte ormai da un po’ tutti i negozi di casa decisamente meno professionali – ma anche super economiche – e metterci quanto meno una pezza per passare un’estate senza grattarsi di continuo. Almeno si soffre solo il caldo in casa e la sofferenza non sarà doppia.

Impostazioni privacy