Bonus auto popolari: arriva la novità per far avere vetture economiche nuove a tutti

È in arrivo il bonus per le auto popolari, una bella novità per avere le vetture nuove economiche. La misura spetta a molti: ecco come funziona e che cosa sapere.

L’introduzione di una serie di incentivi a livello statale sono volti al miglioramento delle condizioni economiche di quella parte degli italiani economicamente in difficoltà. Da qui la decisione dei governi di erogare i bonus in base al reddito o a determinate caratteristiche.

Bonus auto popolari: novità
In arrivo il bonus per le auto – codiciateco.it

Uno dei sussidi che farà parlare a lungo è sicuramente l’introduzione del bonus per le auto popolari nel 2024. Una manovra che inizialmente sarà in fase sperimentale, per capire meglio come evolverla e perfezionare tutti i meccanismi, per poi diventare ufficiale in un secondo momento.

È certamente un provvedimento destinato ad avere un notevole impatto sulle famiglie a basso reddito le quali avranno l’occasione unica di accedere a un leasing social per sostituire la propria auto con un modello nuovo ed elettrico. Un’opportunità da non farsi sfuggire.

Bonus auto popolari 2024: come funziona

L’iniziativa del bonus per le auto popolari è tra le novità più interessanti del prossimo anno, ma è bene specificare che per il momento non è una misura che vedrà luce in Italia. A introdurla nel proprio paese è stato il governo francese, istituendo una rata mensile agevolata per le auto green.

Bonus auto popolari 2024: come funziona
Il bonus auro popolari potrebbe arrivare in Italia – codiciateco.it

È una misura che potrebbe venire presto implementata anche in Italia, con la rata che include sia i motori temici a bassa emissione che le vetture completamente elettriche, con un importo a partire da 75 euro. Se il bonus dovesse arrivare anche nel nostro paese, la gestione sarebbe affidata all’Automobile club d’Italia.

Il progetto attualmente è supervisionato dai ministeri e, a quanto pare, contemplerebbe diversi criteri per accedere al leasing sociale, tra cui:

  • Limite Isee per le famiglie;
  • Età del veicolo da rottamare;
  • Tipo di auto selezionata per la sostituzione della vettura vecchia.

A quanto pare, sarebbe prevista anche una graduatoria per le assegnazioni del bonus. Indicativamente, però, la rata del sussidio oscillerebbe tra i 75 e i 125 euro al mese. Il presidente dell’Aci ha sottolineato che secondo lui questa misura assistenziale sarebbe più efficace rispetto ai sussidi attuali, incluso l’ecobonus.

È sicuramente un modo per aiutare gli italiani e la popolazione in generale in questo difficile periodo storico, ma anche un’occasione per far virare i cittadini verso uno stile di vita più ambientalista a partire proprio dall’uso delle macchine elettriche.

Impostazioni privacy