Bollette, stanno arrivando queste lettere: potresti riceverla anche tu

Novità bollette, c’è una notizia importante anche per il 2024 e arriva la conferma con questa lettera che sta arrivando a molti direttamente a casa: di cosa si tratta

bonus bollette
Bollette, stanno arrivando le lettere alle case dei cittadini: cosa comunica – CodiciAteco.it

Le bollette hanno decisamente segnato le famiglie italiane negli ultimi due anni. I rincari e le varie dinamiche di mercato hanno spesso messo in ginocchio migliaia di nuclei, costretti a rateizzi prolungati – che si sono spesso anche sovrapposti – per restare a galla o fare debiti per pagare le proprie spese. Molti, soprattutto chi ha avuto un’attività in questi anni critici, è diventato anche moroso e ha subito addirittura distacco dell’utenza. Sono state proprio queste emergenze a costringere il governo a intervenire in maniera efficiente e introdurre un cuscinetto per ammortizzare i colpi, ovvero il bonus bollette oggi conosciuto a tutti.

L’intervento ha effettivamente portato il suo contributo. Indirizzato inizialmente a una certa fascia ISEE, questa è stata successivamente anche allargata per offrire il vantaggio a quante più persone possibile. I costi sono rimasti alti, certo, ma una percentuale non banale è stata comunque ‘assorbita’ dall’intervento statale. In alcuni casi, soprattutto quando i costi sono iniziati a calare nel corso dei mesi, c’è chi ha ricevuto bollette pari a zero o chi ha anche avuto un’eccedenza e bonifico direttamente su conto corrente. Tale sostegno, in diverse occasioni, si è quindi tramutato anche in un sostegno concreto con soldi alla mano e non solo un ammortizzatore.

Bonus bollette, arrivano lettere a casa: chi riguarda

lettera INPS bonus bollette
Bonus bollette, lettere INPS in arrivo ai beneficiari: comunica i vantaggi – CodiciAteco.it

Oggi, seppur con qualche modifica in corso, è ancora possibile beneficiare di tale contributo. Può farlo in particolare chi ha un ISEE nel frattempo sceso al limite di 9.530 euro, oppure di 20.000€ purché ci siano in famiglia almeno 4 figli. Il bonus è automatico come lo è stato in passato ma non propriamente per tutti: chi vive in un condominio o in generale gode di una fornitura centralizzata dovrà attivarsi con una specifica procedura per poterne beneficiare. Bisogna accedere al portale indicato nella stessa lettera e inserire il codice PDR composto da 14 cifre e presente nella fattura del gas, essendo mirato in particolare a tale utenza.

Bisognerà farlo però entro 60 giorni per non perdere la possibilità. Chi non rientra nelle suddette situazioni, non dovrà far alcun passaggio per usufruirne ma sarà appunto automatico. L’INPS, grazie agli ISEE a disposizione in archivio tra l’altro anche rinnovati con l’arrivo del 2024, sta inviando lettere ai titolari che rientrano nel beneficio. Si tratta praticamente della stessa comunicazione giunta anche in precedenza, semplicemente aggiornata al mese di aprile.

“Per ulteriori informazioni sul bonus sociale si può chiamare il numero verde dello sportello per il consumatore egeria e ambiente di ARERA (800 166 654), inviare una email allo Sportello (info.sportello@acquierneunico.it) o consultare il sito www.arera.it”, si legge a fine pagina. Quindi per qualsiasi evenienza o dubbio ci sono più vie per comunicare con l’ente e, tramite un addetto qualificato, ricevere tutte le indicazioni necessarie per spazzare via ogni dubbio e godere della concessione.

Impostazioni privacy