Arriva il contatore intelligente e di colpo la bolletta si abbassa: lo vogliono già tutti

La tecnologia può aiutare a ottimizzare i consumi e dunque anche a risparmiare: è ciò che fa il contatore intelligente.

SI chiama smart meter ed è presente già in molte case di italiani. Forse non tutti hanno compreso la sostanziale differenza tra questa tipologia di nuovi contatori e quella passata.

cos'è il contatore intelligente o smart
Grazie al contatore intelligente gli utenti godono di tanti vantaggi – Codiciateco.it

Facciamo appunto un passo indietro, quando i contatori di energia elettrica dovevano essere sottoposti a lettura da parte di addetti con la mansione specifica. A volte i consumi erano anche stabiliti in modo “presunto”, cosa che ha infastidito numerosi utenti.

Oggi non è più sostenibile fatturare i consumi in maniera “approssimativa” e dunque tra le altre cose è stato ideato il sistema degli smart meter.

Come funzione il contatore intelligente e perché si risparmia

Il contatore intelligente è una novità che deriva, come molte altre cose, dalle disposizioni europee. Ci sono voluti diversi anni affinché i vari Paesi Membri si adeguassero e adesso la maggior parte dei cittadini europei possiede il contatore di nuova generazione.

come funziona il contatore intelligente
I contatori smart si trovano oggi in molte case italiane – Codiciateco.it

I dati sui consumi, a differenza del passato, vengono inviati giornalmente e digitalmente, e ciò consente innanzitutto una maggiore precisione. I dati di consumo di una famiglia vengono dunque monitorati attentamente e questo contribuisce a far arrivare bollette eque, anche se i vantaggi ovviamente non sono tutti qui.

L’utente stesso che ha in casa un contatore intelligente può sfruttare la tecnologia per controllare – ad esempio – se c’è un elettrodomestico che sta consumando troppo, magari perché di vecchia generazione o di Classe bassa.

Di conseguenza, conoscendo i dati dei consumi, una famiglia può anche ideare in autonomia una strategia per risparmiare sui costi a fine mese, sia di acqua che di Luce che di Gas.

Un’altra bella novità è che tramite questi nuovi contatori si ha la possibilità di inviare i suddetti dati alla società fornitrice oppure a terzi, in modo da poter confrontare i consumi/costi costi e decidere eventualmente di passare ad un altro fornitore, magari perché offre tariffe migliori in base alle proprie abitudini di consumo.

Infine, ma non da ultimo, dobbiamo anche ricordare che l’azienda fornitrice risparmia sui costi del personale che una volta doveva leggere tutti i contatori, e può quindi effettuare un numero maggiore di promozioni, a tutto vantaggio dei clienti.

I dispositivi smart consentono anche di rilevare picchi di consumo, che come sappiamo a volte creano molti disagi. Pensiamo all’estate in cui spesso salta la luce in un’intera via o palazzo a causa dei condizionatori. Grazie al monitoraggio puntuale si possono evitare anche questi inconvenienti.

Impostazioni privacy