Anticipati per l’estate: come funziona il bonus condizionatori 2024

Anche se mancano mesi all’arrivo dell’estate, meglio tenersi pronti: scopriamo come richiedere il bonus condizionatori 2024.

Famiglia installa nuovo condizionatore
Famiglia installa nuovo condizionatore (Codiciateco.it)

Mancano dei mesi all’arrivo dell’estate, c’’è chi non vede l’ora, per stare sotto al sole, e magari andare al mare, o per uscire comodamente a maniche corte, e chi, al contrario non sopporta le temperature elevate, l’afa, la pressione bassa e il sudore. Di certo, il caldo, quando eccessivo, come quello dell’estate italiana, tra l’altro sempre più pesante, non è piacevole.

Meglio essere preparati, perciò cerchiamo di capire in cosa consiste il bonus condizionatori 2024. Oltre ai soliti bonus, come quello riguardante le ristrutturazioni di casa, oppure l’ecobonus e il superbonus, troviamo anche questa agevolazione, che permette detrazioni che vanno dal 50% al 70% per l’acquisto di condizionatori di nuova tecnologia, con e senza effettuare lavori in casa.

Come funziona il bonus condizionatori 2024: i requisiti per poterlo richiedere

Ragazza dorme con condizionatore acceso
Ragazza dorme con condizionatore acceso (Codiciateco.it)

Tanti cittadini possono beneficiare del bonus condizionatori, sia privati che aziende. Tra questi ci sono persone fisiche, esercenti di arti e professioni, aziende, associazioni di professionisti, enti pubblici e privati non commerciali, condomini, istituti autonomi per le case popolari e cooperative.

A richiedere il bonus deve essere il titolare di un immobile. Tra questi troviamo proprietari o nudi proprietari, titolari di diritti reali di godimento in usufrutto, locatari, soci di cooperative, imprenditori individuali. Si può godere delle relative detrazioni anche se si è un familiare convivente del proprietario dell’immobile, e il coniuge, anche se separato.

Per richiedere il bonus occorre acquistare un nuovo condizionatore entro la fine del 2024. L’impianto da installare ovviamente deve essere di nuova tecnologia, quindi a basso consumo energetico, oppure deve essere un climatizzatore a termopompa o a pompa di calore, o ancora, si può installare un deumidificatore d’aria.

Come ottenere lo sconto per l’installazione di un nuovo condizionatore

Ovviamente, per ottenere la detrazione, l’immobile deve essere in regola, e il pagamento dei lavori deve essere tracciabile. In caso di lavori di ristrutturazione di un immobile, si può sostituire il nuovo condizionatore con uno vecchio ottenendo una detrazione del 50% sulla spesa.

Il tetto massimo di spesa per il Bonus Ristrutturazione è di 96 mila euro. Il bonus climatizzatori rientra anche nel bonus mobili, per l’acquisto di mobili e di elettrodomestici, con spesa massima di 5 mila euro e una detrazione del 50% delle spese.

Senza ristrutturare l’abitazione, si può richiedere comunque il bonus climatizzatori, ottenendo una detrazione IRPEF del 65%, semplicemente sostituendo il vecchio apparecchio con una pompa di calore ad alta efficienza energetica. La detrazione è ripartita in dieci rate annuali.

Si può fare richiesta per il bonus compilando il modello 730 o il modello PF durante la dichiarazione dei redditi, indicando la spesa per l’acquisto del nuovo apparecchio e le spese legate all’installazione. Non è più possibile ottenere lo sconto in fattura o la cessione del credito.

Impostazioni privacy